Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Mercato turistico

Vacanze estive: la scelta dei consumatori è sempre più 'social'

Nonostante la crisi, cresce il numero di italiani che prepara un viaggio on-line aiutato da offerte, informazioni e forum di discussione sulle mete scelte. A giugno 18 mln di persone hanno visitato almeno un sito della categoria 'travel'.

» Mercato turistico Aura De Luca - 03/08/2011
Fonte: Immagine dal web

Italiani e vacanze: un amore che non accenna a dare segni di crisi ma che, al contrario, cresce e si fortifica di più ogni anno che passa. Un feeling profondo che si adegua ai tempi che cambiano, sempre più tecnologici anche nella preparazione del viaggio, attività che vede protagonisti incontrastati siti web specializzati e forum di confronto sulle mete da visitare.

Capita così che la fatidica domanda "Dove vai in vacanza?" non è più solo un chiacchiera da pausa caffè, bensì una conversazione virale trasferita sul web a tutto tondo, nelle community di utenti on-line, siano esse social network, blog o forum. È su Internet, infatti, che gli italiani amano discutere di vacanze e cercare informazioni relative al viaggio, attraverso agenzie di viaggio in rete, siti di prenotazioni alberghiere e recensioni degli stessi utenti magari tornati da una stessa località. 

A fotografarae questo fenomeno ci ha pensato una ricerca dello studio Nielsen, che ha analizzato il rapporto fra navigatori e vacanze e il peso del passaparola digitale nella scelta della vacanza e nella ricerca di informazioni istituzionali su operatori turistici e servizi di viaggio. Si scopre così che da gennaio del 2011 alla fine di luglio sono stati circa 323mila i messaggi diffusi sul web riguardanti ferie e vacanze, con un trend che registra picchi evidenti in occasione della chiusura delle vacanze natalizie, della pausa pasquale e dell'avvicinarsi delle vacanze estive.

Il boom di discussioni si è però registrato dal 16 al 24 luglio, quando sono stati scambiati circa 24mila messaggi, circa il doppio di quelli veicolati dalla Rete per il 25 aprile e Pasqua, e primo maggio. Un fenomeno estremamente interessante che mette sul gradino più alto del podio le vacanze estive, forse perché più lunghe e rispetto alle quali si hanno aspettative maggiori [fig.1]:

       

A ben guardare, i dati storici rilevati dallo studio, evidenziano che dopo il picco della fine di luglio, tipicamente durante il mese di Agosto, le conversazioni degli utenti in rete subiscono un evidente calo "fisiologico". Tuttavia, con la diffusione sempre più estesa degli smartphone[1], un numero crescente di consumatori si "porta" il web in vacanza continuando a confrontarsi in real time con la propria community on-line di riferimento. Così, se nel periodo pre-agosto Twitter e Facebook[2] rappresentano già il 33% delle discussioni sulle vacanze, anche grazie alla diffusione di offerte e lastminute, è plausibile pensare che, grazie alla loro immediatezza e pervasività, incrementeranno la propria share of voice nel mese di Agosto [fig.2]:

                      

La scelta dei consumatori, dunque, sembra essere sempre più influenzata dal passaparola digitale, soprattutto perché il web è anche il luogo principale per il reperimento di informazioni di tipo istituzionale sui siti degli operatori turistici e per l'acquisto finale di pacchetti e altri servizi di viaggio. Per questo non stupisce il fatto che ne solo mese di giugno, siano stati complessivamente 18 milioni gli italiani che hanno visitato almeno un sito della categoria 'travel', con una crescita del 17% rispetto al 2010. 

Tra i portali che hanno registrato i click più significativi rispetto allo stesso mese del 2010 sono le agenzie viaggi on-line come Expedia, Edreams e Priceline e i siti con i consigli di viaggio di altri utenti come Tripadvisor, visitati da 11,8 milioni di visitatori, il 22% in più nell'anno; i siti di prenotazione alberghiera, come Bookings.com, Venere.com e Trivago, visitati da 6,8 milioni, con un incremento del 27% rispetto al 2010; i siti delle destinazioni, con i principali parchi divertimento (Gardaland, Rainbow Magicland e Mirabilandia) in testa, con 4,3 milioni di utenti e una crescita del 26% nell’anno [fig.3]:

                 


NOTE
[1]
I possessori di telefoni cellulari di ultima generazione hanno superato infatti i 20 milioni di individui, di cui il 40% circa lo utilizza per navigare in internet (dati Nielsen, Mobile Media Q1 2011).
[2] Si fa qui riferimento alle sole pagine pubbliche.