Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Itinerari e Tendenze

Notturni d'Arte, gli Angeli dall'antichità al contemporaneo

Nell'anno della grande mostra Guariento e la Padova carrarese, l'assessorato alla Cultura dedica il programma 2011 dei Notturni d'Arte al tema iconografico che più identifica l'attività artistica del grande pittore di corte dei Carraresi.

» Itinerari e Tendenze Redazione/TB - 15/07/2011
Fonte: Padova Cultura

Dalle rappresentazioni dell'archeologia alle raffigurazioni del Medioevo, passando per Giotto e Giusto de' Menabuoi, fino agli affreschi di Guariento. Sono gli Angeli, creature celesti viste attraverso l'iconografia artistica dei grandi maestri che così raccontano la Padova dei Carraresi del 1300. Gli Angeli, dunque, dall'antichità al contemporaneo, saranno i grandi protagonisti dell'edizione 2011 dei Notturni d'Arte, il progetto ideato e curato da Mirella Cisotto Nalon nell'ambito Padova Estate Carrarese, manifestazione che nasce con l'obiettivo di mettere in relazione il grande Trecento Padovano con il Terzo Millennio attraverso oltre 200 eventi organizzati nel capoluogo veneto che si riallacciano al tema del glorioso passato della città.

Un percorso espositivo che vuole essere, per i padovani prima di tutto, una grande occasione per riscoprire un pezzo importante della loro storia più profonda, quella dell’epopea del Carro. Così, nella serata di apertura il 28 luglio prossimo, sarà proposta la visita guidata alla mostra di ‘Guariento e la Padova carrarese’ allestita ai Musei Civici e a Palazzo Zuckermann e, nelle serate successive, al Museo Diocesano, dove è allestita la sezione dedicata alla musica del Trecento.



Il programma dei Notturni dedicati agli Angeli prosegue con alcune serate dedicate alla ricerca di immagini delle auliche creature dipinte, scolpite e miniate, antiche e moderne, dalle raffigurazioni pagane alla rappresentazione cristiana, passando attraverso la citazione di analoghe figure presenti nelle diverse culture e tradizioni. 

Avanzando nei periodi storici, si arriva al Rinascimento con le opere del Mantenga  per approdare poi al Settecento delle grandi sculture dei fratelli Bonazza disseminate nelle chiese della città. A rappresentare l'età contemporanea un’opera di Fulvio Pendini presso la sede dell'Ong Medici con l'Africa-Cuamm, la decorazione di Francesco Manzoni all’interno della chiesa al Bassanello e le sculture di Vangi in Duomo, per arrivare ai giorni nostri con le opere di Omar Galliani al Museo Diocesano. La Pinacoteca dei Musei Civici e la Basilica del Santo, con il Museo Antoniano e l'Oratorio di San Giorgio, permettono di attraversare e ricostruire secoli di storia dell’arte attraverso gli innumerevoli capolavori qui conservati. Anche le monete e le medaglie esposte al Museo Bottacin si prestano ad accogliere immagini, come quelle angeliche, che se osservate attentamente possono suscitare notevoli emozioni. 

A offrire la possibilità al pubblico di conoscere il ricco patrimonio librario e ammirare da vicino alcuni preziosi codici miniati, tre prestigiose biblioteche cittadine apriranno le loro porte: la biblioteca Antoniana, la biblioteca del Seminario Maggiore e la biblioteca Universitaria, mentre il Museo del Precinema-collezione Minici Zotti mostrerà per l’occasione splendide immagini da proiezione dipinte su vetro a tema sacro. 

Tra le novità in programma, la piacevole scoperta di due angeli di Guariento, quasi del tutto sconosciuti ai padovani, che costituiscono le ultime tracce della decorazione della grande chiesa di Sant'Agostino, demolita nel XIX secolo, dove attualmente trova sede la caserma Piave, e il Gabinetto di Lettura, un tempo sede dell'Hospitium Angeli, che custodisce un patrimonio ricchissimo di volumi e parte della documentazione degli anni risorgimentali, e dove ora si svolgono incontri, dibattiti, presentazioni di libri. Uscendo, infine, dai confini cittadini, i complessi abbaziali di Santa Maria di Carceri e di Praglia, ricchi di storia e spiritualità, sveleranno ai visitatori i capolavori d'arte accumulati lungo i secoli.

MATERIALI
- Scarica il Programma
- Padova Estate Carrarese

INFORMAZIONI
Titolo:
'Notturni d'Arte'
Quando: dal 28 luglio al 31 agosto
Dove: Padova in sedi diverse
Biglietti: Biglietto unico 3 euro a persona per una singola serata. Biglietto di 6 euro a persona per 3 serate (Costo della guida stampata 4 euro). Biglietto 10 euro a persona per 4 serate più la guida stampata. Ingresso gratuito per bambini fino ai 12 anni (tranne per i pomeriggi a loro dedicati). I biglietti si possono acquistare presso il Settore Attività Culturali, via Porciglia 35 dal lunedì al venerdì 8-16, sabato 8-13 (chiuso domenica e lunedì 15 agosto).
Telefono: 049.8204501-4526-4533 (dal lunedì al venerdì 8-16, sabato 8-13; chiuso domenica e lunedì 15 agosto)

LINK
- Padova Cultura