Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Itinerari e Tendenze

Vacanza nei fari: 9 quelli che il Demanio affitterà per 50 anni. Ecco come

Aperta nei giorni scorsi la consultazione pubblica pre-bando che scadrà il 10 agosto. La concessione dei fari sarà affidata sulla base della miglior proposta degli operatori in termini di progetto imprenditoriale che di sostenibilità economico-finanziaria

» Itinerari e Tendenze Redazione/GP - 09/07/2015
Fonte: Il faro di Capo Grosso nell’Isola di Levanzo-Favignana (TP)

Si trovano in Sicilia, Campania, Puglia e Toscana. Nove fari a cui regalare nuova vita come dimore per un turismo all'insegna della natura, della cultura e dell'ambiente: nove location uniche per contribuire a rilanciare l'economia dei territori e generare lavoro grazie allo strumento dell'affitto di lungo periodo. Sono loro i primi beni dello Stato che entrano a far parte della "rete dei fari" all'interno del progetto 'Valore Paese-Fari', voluto dall'Agenzia del Demanio in collaborazione con il ministero della Difesa ed il ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Ed eccolo il Faro di Brucoli ad Augusta (SR), il Faro di Murro di Porco a Siracusa (SR) e di Capo Grosso nell'Isola di Levanzo-Favignana (TP), il Faro di Punta Cavazzi ad Ustica (PA), il Faro di Capo d'Orso a Maiori (SA), quello di Punta Imperatore a Forio d'Ischia (NA), il Faro di San Domino alle Isole Tremiti (FG) e i due beni sull’Isola del Giglio (GR) proposti dal Ministero della Difesa, il Faro Punta del Fenaio e il Faro di Capel Rosso.

OBIETTIVO: UN'IDEA IMPRENDITORIALE TURISTICA INNOVATIVA E SOSTENIBILE. Obiettivo del progetto è valorizzare questi suggestivi beni partendo da un'idea imprenditoriale innovativa e sostenibile, che sappia conciliare le esigenze di recupero del patrimonio, tutela ambientale e sviluppo economico. Lo strumento sarà la concessione (dunque l'affitto) fino a 50 anni degli immobili a operatori che possano sviluppare un progetto turistico dall'elevato potenziale per i territori, in una logica di partenariato pubblico-privato, a beneficio di tutta la collettività.


[Il faro di Punta Cavazzi a Ustica (PA)]

SCADE IL 10 AGOSTO LA CONSULTAZIONE PUBBLICA PER IDEE E SUGGERIMENTI…Così, in quest'ottica, l'Agenzia del Demanio ha avviato nei giorni scorsi e fino al 10 agosto, una consultazione pubblica online destinata a chiunque abbia idee e proposte: pubbliche amministrazioni, cittadini, associazioni, operatori di mercato, imprenditori interessati e possibili futuri concessionari. Per partecipare è disponibile un form on-line sulla pagina web Valore Paese-Fari dell'Agenzia del Demanio.

…ED AVVIARE IL BANDO DI GARA PER LA GESTINE DEI FARI. I suggerimenti raccolti serviranno a delineare gli scenari di valorizzazione sui quali orientare i bandi di gara. Questi ultimi verranno pubblicati nell'autunno 2015 per concludersi a inizio 2016, e consentiranno di selezionare gli operatori che si aggiudicheranno la concessione dei fari sulla base della miglior proposta in termini sia di progetto imprenditoriale che di sostenibilità economico-finanziaria.


[Il faro di Murro di Porco a Siracusa - Siracusa]

L'iniziativa si inserisce nel più ampio circuito di Valore Paese, il progetto dell'Agenzia del Demanio per la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico italiano attraverso la sinergia tra i settori del turismo, dell'arte e della cultura, dello sviluppo economico e della coesione territoriale. In tal senso, il recupero del patrimonio pubblico di proprietà dello Stato e degli Enti locali viene considerato non più solo in termini di costo per la collettività, ma anche significativa leva di sviluppo territoriale e sociale.

LINK
- ‘Valore Paese-Fari' Agenzia del Demanio