Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Itinerari e Tendenze

Ville storiche della Brianza: oggi sono hotel, ecco la guida per rilanciare l'incoming turistico

Tra capolavori d'arte e tesori naturalistici, un percorso alla scoperta del territorio tra monumenti, sapori e mestieri della tradizione. Un viaggio storico, culturale e turistico che si pone come motore del un rilancio imprenditoriale del luogo

» Itinerari e Tendenze Redazione - 07/12/2012
Fonte: Immagine dal web

Una vera e propria guida, che "consenta a tutti di apprezzare le ville di delizia della Brianza, siti di interesse artistico e storico che diventano anche luoghi dell'accoglienza, e diventa anche l'occasione per raccontare la Brianza nel suo paesaggio storico, culturale e imprenditoriale. Un viaggio fra le eccellenze del territorio che abbina alle informazioni di natura artistica e culturali, informazioni utili e mappe per 'non perdere la rotta' e agevolare il turista e il cittadino nella fruizione degli attrattori turistici del territorio". Così Giuseppe Meregalli, Vicepresidente della Camera di commercio di Monza e Brianza, ha spiegato il perché della pubblicazione 'Monza e la Brianza. Itinerari turistici tra le ville di delizia' edita da Touring Club Italiano e presentata il 5 dicembre, che sarà disponibile a partire dal prossimo gennaio 2013.

Un modo per raccontare la Brianza e il suo patrimonio culturale ed artistico. Un progetto nato dalla volontà della Camera di commercio di Monza e Brianza e dalla Regione Lombardia di valorizzare la rete delle ville e dimore storiche private della Brianza coinvolgendo tutte le "anime" del territorio, dal cuore di Monza, con i capolavori longobardi quali il Duomo e il suo Tesoro, alle ville nobiliari e alle antiche cascine, passando dai parchi attraverso l'archeologia industriale. Un progetto editoriale pensato, che si inserisce nel bando 'Dormire in Villa-Brianza 2015', nato nel 2010 proprio per promuovere la qualità dell'accoglienza delle destinazioni turistiche del territorio, finanziato da Regione.


[Villa Reale a Monza]

"l nostro obiettivo è la valorizzazione delle nostre tante eccellenze e la loro promozione in Italia e all'estero attraverso una strategia di marketing territoriale che coinvolga tutti gli attori principali del territorio", ha spiegato Giovanni Bozzetti, assessore regionale al Commercio, Turismo e Servizi della Regione Lombardia. "Una guida turistica come questa - ha aggiunto - rappresenta uno strumento di conoscenza importante e una garanzia di qualità, essendo stata realizzata dal Touring Club Italiano, realtà editoriale prestigiosa che da oltre un secolo contribuisce allo sviluppo del nostro turismo dedicandosi anche alla tutela del paesaggio e del nostro straordinario patrimonio di storia, d'arte e di natura". "Promuovere una partnership forte tra istituzioni pubbliche e private, imprese, associazioni culturali è la tattica vincente per rilanciare il turismo e - ha concluso Bozzetti - riconoscere questo settore come uno dei pilastri portanti di un'economia moderna e proiettata nel futuro".


[Struttura interna della guida]

In particolare, si sono scelte cinque dimore storiche per incrementare la capacità d'accoglienza turistica delle strutture ricettive attraverso l'apertura, l'ampliamento o la riqualificazione di strutture tipo bed & breakfast in villa o in edifici ad essi connessi: Villa Maglia Tagliabue a Monza; Casino di Caccia Borromeo a Oreno (Vimercate); Villa Trivulzio ad Omate (Agrate Brianza); Villa Antona Traversi a Meda; Palazzo Perego a Cremnago (Inverigo). Ad oggi quattro dimore hanno terminato i lavori di ampliamento e di ristrutturazione, una è in fase di ultimazione. Ecco, nel dettaglio, le sette sezioni che compongono la guida:

VILLA REALE E PARCO DI MONZA. TRA CULTURA E SPERIMENTAZIONE. La Villa che l'Arciduca Ferdinando, figlio di Maria Teresa d'Austria, decise di costruire fuori Milano è divenuta il simbolo del potere imperiale intorno al quale Monza, dal '700, ha riacquistato centralità e prestigio. Vivissimo il grandioso parco, polmone verde della città, nel quale convive l'Autodromo, il tempio della velocità.

LA VALLE DEL LAMBRO. LUNGO IL FIUME RINATO. Fino a non molti decenni fa si parlava del Lambro come del "grande malato" ma con l'istituzione del Parco di tutela è iniziata una profonda azione di risanamento e di valorizzazione della valle. 

IL CUORE DELLA BRIANZA. TRA VILLE E DOLCI COLLINE. Oltre i confini monzesi, il paesaggio brianzolo si fa mosso e caratteristico: il Monte di Brianza e le alture di Montevecchia s'allungano verdi a dividere i laghi dai rilievi a nord di Monza, dove le strade principali insistono sugli antichi tracciati romani.

BRIANZA OCCIDENTALE E PARCO DELLE GROANE. NELLA TERRA DEI MOBILIERI. Appena fuori Monza si entra nella terra dei mobilieri: grossi centri e piccole o medie imprese lungo una rete viaria tra le più trafficate della regione. Eppure il carattere autentico degli insediamenti storici svela delle sorprese, custodendo antichi mestieri legati al settore legno-arredo.

VIMERCATE E BRIANZA D'ADDA. TRACCE DI UN MONDO ANTICO. Intorno alla città di Vimercate, da sempre polo culturale, economico e religioso del territorio, si sviluppa la cosiddetta "Brianza d'Adda", disposta nell'alta pianura asciutta su cui si attenuano le ultime alture moreniche.

SAPORI E MERSTIERI. IL SUCCESSO DEL 'MADE IN ITALY'. Dagli opifici e dalle filande, oggi monumenti di archeologia industriale, ha avuto origine il sistema manifatturiero che ha rapidamente divelto il secolare mondo contadino, dal quale il territorio ha ereditato una povera quanto saporita gastronomia.

VILLE DI DELIZIA. GIOELLI DI ARCHITETTURA NOBILIARE. Il territorio di Monza e Brianza ha vissuto nel Settecento la grande stagione delle ville. Ancora visibili e fruibili, sono gioielli che hanno sfidato il tempo e si sono conservati fino ad oggi, non solo nell'armonia delle linee architettoniche ma anche negli interni che conservano capolavori d'arte e arredi d'epoca.

INFORMAZIONI
Titolo:
 'Monza e la Brianza, Itinerari turistici tra le ville di delizia'
Editore: Touring Club
Anno: in libreria da gennaio/febbraio 2013
Prezzo: 9,90 euro