Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Cronaca Viaggi e Turismo

Greenpeace: ecco il decalogo dell'ecoturista

Munito di zaino, guida e scarpe comode, il viaggiatore rispettoso dell'ambiente può comportarsi sempre nel modo migliore consultando il vademecum comprensivo di dieci consigli per chi ama il pianeta.

» Cronaca Viaggi e Turismo Aura De Luca - 28/07/2011
Fonte: Immagine dal web

Estate, tempo di vacanze all'aria aperta e lunghe passeggiate a contatto con la natura. Peccato che per molti di noi quello delle ferie sia un momento di relax e divertimento...a scapito dell'ambiente. Cartacce, buste e bottiglie di plastica affollano troppo spesso le nostre spiagge, così come i boschi e gli alpeggi d'alta montagna. 

Ma rispettare la natura e chi la abita non significa solo tenere pulito il territorio intorno a noi, significa anche avere cura della fauna locale, soprattutto se si tratta di specie protette. Se ci rechiamo in Paesi esotici, non dovremmo mai acquistare cibi e medicine (spacciati per 'pozioni miracolose') che siano stati composti utilizzando le ossa, la pelle, o altre parti di un animale magari a rischio di estinzione. 

Per tentare di sensibilizzare il turista 'inquinante e noncurante' ed educarlo a una vacanza ecologica e rispettosa del pianeta, l'associazione ambientalista Greenpeace ha pensato bene di stilare un vademecum comprensivo di 10 regole d'oro per una perfetta vacanza verde. Di seguito i suggerimenti da seguire:


- 1. Scegliere il turismo 'responsabile': non finanziare alberghi a elevato impatto ambientale, preferendo invece strutture ben integrate nel contesto naturale, in grado di favorire lo sviluppo reale delle popolazioni locali.


- 2. Utilizzare le vacanze per andare a scoprire le ultime grandi foreste primarie del Pianeta: quella africana dei grandi primati, la pluviale amazzonica, le foreste del Paradiso delle isole del Pacifico, le selve boreali del Nord Europa, la Foresta delle Nevi in Siberia, la Foresta del Grande Orso in Nord America, la giungla temperata del Sud America.


3. Whalewatching: se volete ammirare le balene e gli altri cetacei rivolgetevi agli operatori che adottano misure per non arrecare eccessivo disturbo agli animali.


- 4. Non acquistare specie a rischio. Paesi africani e asiatici offrono, purtroppo, una vasta gamma di prodotti, cibo e medicine alternative ricavate da specie a rischio estinzione: il corallo, gli elefanti, le tartarughe, i rinoceronti, gli orsi, le scimmie, le balene, alcuni uccelli tropicali. Il loro utilizzo è una grave minaccia alla biodiversità del pianeta.


- 5. Evitare l'aereo, se non strettamente indispensabile. Preferire il treno e la nave. Le tratte a breve distanza risultano, in proporzione, ancora più inquinanti perché la maggiore quantità di Co2 si libera proprio nella fase iniziale e finale del volo. L'impatto sul clima dell'aereo è 10 volte rispetto a un viaggio in treno anche per l'emissione di vapore acqueo in quota, dove rimane a lungo. Si può invece approfittare delle vacanze per andare di più a piedi o in bicicletta. Se l'auto è indispensabile, organizzarsi per viaggiare con più persone.


- 6. Contribuite a proteggere il mare, acquistando con attenzione il pesce. Non consumare pesce sottomisura illegale e preferire il pesce azzurro e quello locale.


- 7. Non usare pesticidi chimici e articoli da mare in Pvc. Optare per le candele alla citronella che mettono al sicuro dalle zanzare e creano atmosfera. Nel ciclo di produzione del Pvc viene emessa diossina e sostanze chimiche dannose possono essere liberate dai prodotti anche durante il loro utilizzo.


- 8. Scegliere viaggi enogastronomici 'Ogm free' e prediligere negozi e ristoranti di prodotti biologici. Evitare gli ogm non serve solo a salvaguardare la salute; essi costituiscono una minaccia per l'ambiente.


- 9. Praticare l'escursionismo di 'basso impatto'. A tutti piace passeggiare in un ambiente incontaminato, ma affichè rimanga tale è necessario lasciare meno tracce possibili. Meglio riportare indietro tutto quanto non è biodegradabile, non disturbare gli animali, non accendere fuochi.


- 10. Anche in vacanza non dimenticarsi della raccolta differenziata dei rifiuti. Ove possibile, portare una borraccia e riempila nei bar o alle fontanelle, evitando l'acqua minerale in bottiglie di plastica.


"Abbiamo la Terra non in eredità dai genitori, ma in affitto dai figli".
[Antico proverbio indiano]