Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Cronaca Viaggi e Turismo

Vacanze tutelate: operatori e associazioni presentano il 'decalogo del turista garantito'

Dieci regole d'oro per partire serenamente e godersi il viaggio senza cattive sorprese.

» Cronaca Viaggi e Turismo Ester Trevisan - 17/06/2010
Fonte: Immagine dal web

Vacanza: medicina per la mente e per il corpo. E, pur essendo un farmaco senza alcun componente chimico, anche in questo caso è fondamentale rispettare le dovute precauzioni d'uso per evitare spiacevoli effetti collaterali. Osservare poche e semplici regole prima di preparare le valigie, infatti, può aiutare a scongiurare quei disagi che, a volte, compromettono la buona riuscita di un viaggio. Da qui nasce l'alleanza fra l'Associazione tour operator italiani (Astoi), Assotravel, Federconsumatori e Movimento Consumatori, promotori del 'decalogo del turista garantito', presentato a Roma in occasione dell'incontro 'Patto per il turismo' organizzato dall'Osservatorio parlamentare per il turismo.

Duplice l'obiettivo del documento: da una parte, educare i turisti, sensibilizzandoli a richiedere tutti i dettagli riguardanti il viaggio scelto e a verificare, prima della partenza, che l'offerta proposta corrisponda alle proprie aspettative; dall'altra, invitare gli operatori del settore a fornire con estrema chiarezza tutte le informazioni necessarie per assicurare ai clienti servizi all'altezza delle loro richieste. "Con questo decalogo – spiega Roberto Corbella, presidente di Astoi – intendiamo educare il turista a scegliere responsabilmente la propria vacanza. E, in questa ottica, valutare il rapporto qualità/prezzo è fondamentale". 

La prima delle dieci regole contenute nel decalogo suggerisce al turista di identificare prima di tutto le aspettative e le esigenze che si nutrono rispetto alla vacanza e poi di comunicarle in modo chiaro all'operatore turistico che così potrà essere in grado di soddisfare la richiesta nel migliore dei modi. Il secondo punto invita a cercare il maggior numero di informazioni possibili sul Paese che si intende visitare (clima, lingua, vaccinazioni, documenti) e consiglia di consultare i siti dei soggetti promotori del decalogo e quello del ministero degli Esteri (www.viaggiaresicuri.it). Essenziale, inoltre, è affidarsi a tour operators e agenzie di viaggio professionali che, oltre alla partita iva, devono possedere la necessaria autorizzazione e una polizza di responsabilità civile professionale che serve a risarcire i clienti nei casi di errore. 

"In Italia il settore turistico – commenta Pierluigi Mantini, presidente dell'Osservatorio parlamentare per il turismo, – soffre di una storica trascuratezza sulla quale pesa anche l'approvazione del Titolo V della Costituzione, che ha privato il turismo di una visione nazionale, assegnando le competenze in materia alle singole Regioni. In questo contesto, quindi, non possiamo che limitarci a valorizzare al massimo le cosiddette best practice attraverso iniziative virtuose come questa". 


DOCUMENTI:
- Decalogo del turista garantito

LINK:
- Associazione tour operator italiani 
- Assotravel
- Federconsumatori
- Movimento consumatori