Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Cronaca Viaggi e Turismo

Garda: il 20 luglio in scena il festival del pesce d'acqua dolce

Trote, carpe, tinche, lucci e lavarelli protagonisti della prima edizione della rassegna gastronomica dedicata alle specialità ittiche di laghi e fiumi.

» Cronaca Viaggi e Turismo Ester Trevisan - 16/07/2010
Titolo: Pesce di lago
Fonte: immagine dal web

Nei menu dei ristoranti compaiono raramente, nonostante il loro sapore non abbia nulla da invidiare a quello dei 'cugini di mare'. Trote, carpe, tinche, lucci, lavarelli: è dedicata a loro la prima edizione del Festival del pesce d'acqua dolce che si svolgerà il 20 luglio a Garda.

Promossa dalla Regione Veneto in collaborazione con il Comune di Garda, la Cooperativa fra pescatori di Garda e il Club dei Sapori e realizzata grazie ai fondi Fondo europeo per la pesca (Fep), la manifestazione si rivolge sia agli addetti ai lavori, sia al grande pubblico. Obiettivo: tracciare un bilancio del settore, analizzandone la situazione produttiva e qualitativa, e divulgare la cultura di queste specialità ittiche ricche di proteine e povere di grassi. 

"Negli ultimi anni – spiega Giulio Biasion, presidente del Club dei Sapori e ideatore della kermesse – la diffusione del pesce di lago ha subito un calo a causa delle difficoltà nel ritrovare il pescato e anche perché i ristoratori preferiscono proporre ai loro clienti il pesce di mare che riscuote quasi sempre successo in tavola e che, per quanto riguarda gli abbinamenti, è più semplice da cucinare. Scopo di questo festival, dunque, è riabilitare questo alimento, restituendogli la dignità che merita".

Ad aprire l'evento alle 10 nelle sale di Palazzo Carlotti sarà il convegno 'Il pesce d'acqua dolce: tradizione, qualità ittica e certificazione', al quale parteciperanno ristoratori e operatori del comparto ittico. I relatori, tra cui Gualtiero Marchesi, principe indiscusso degli chef italiani, si confronteranno sulla tradizione delle antiche ricette a base di pesce lacustre e sulla qualità dell'acquacoltura e la sua certificazione secondo le vigenti normative europee. 

La seconda parte della rassegna sarà dedicata alle degustazioni aperte al pubblico, in programma dalle 17.30 alle 20.30 in piazza Carlotti, con quattro chef che si sfideranno ai fornelli per aggiudicarsi il premio per il miglior primo e secondo piatto in tema con la manifestazione. Gli stand in cui sarà possibile assaggiare i prodotti ittici, però, non trasformeranno la kermesse in una sagra, assicura Biasion: "Le degustazioni – sottolinea il presidente del Club dei Sapori – rappresentano un ulteriore momento di approfondimento e conoscenza e un'occasione a disposizione del pubblico per imparare l'arte culinaria basata sul pesce d'acqua dolce. Con l'augurio – conclude – che l'anno prossimo il festival abbia una durata maggiore e che il programma possa essere ancora più ampio e ricco".

LINK:
- Club dei sapori