Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Cronaca Viaggi e Turismo

Spiaggia erosa e stagione estiva a rischio, la protesta dei cittadini di Metaponto

Dopo essersi incatenati sul campanile del municipio di Bernalda, in provincia di Matera, cittadini e operatori turistici di Metaponto hanno ottenuto un incontro con il presidente della Regione: presto al via i lavori di dragaggio per salvare la costa.

» Cronaca Viaggi e Turismo Ester Trevisan - 13/02/2010
Fonte: AdnKronos

Hanno sfidato il freddo e le forti raffiche di vento che stanno sferzando la Basilicata e, dopo essersi incatenati al campanile del Municipio, finalmente hanno ottenuto dalla Regione le promesse desiderate. Protagonisti della protesta che ha infiammato il comune di Bernalda, in provincia di Matera, sono i cittadini e gli operatori turistici di Metaponto. Obiettivo: richiamare l'attenzione delle istituzioni locali per ottenere il loro intervento contro il rischio, sempre più concreto, che la spiaggia venga completamente erosa dal mare. 

"Alla Regione - spiega Antonio Forcillo, membro del direttivo del Comitato Cittadiniattivi Bernalda - chiediamo che venga dichiarato lo stato di calamità, perché la spiaggia della nostra costa sta completamente scomparendo e, a questo punto, risulta fortemente compromessa la prossima stagione balneare". "In ballo ci sono molte attività turistiche: basta considerare che soltanto nel tratto di litorale su cui si affaccia Metaponto, cioè circa 6 chilometri compresi tra i fiumi Basento e Bradano, se ne trovano una cinquantina. E il problema riguarda l'intera costa ionica lucana che si estende per circa 40 chilometri".

Cittadini e operatori turistici puntano l'indice contro i lavori di ripascimento realizzati dalla Regione e ritenuti da tecnici esperti "inidonei" e addirittura "dannosi". "Questo tipo di intervento - spiega ancora Forcillo - consiste nello sversare ulteriore materiale in un bacino di costa il cui fondale è già basso. E così una piccola mareggiata, come quella che si è verificata in questi giorni, può provocare danni molto gravi". "L'unica soluzione possibile - aggiunge - come rilevato anche da alcuni tecnici della Regione, che però sono rimasti inspiegabilmente inascoltati, è effettuare dragaggi dalla costa, cioè prelevare sabbia dal fondale per portarla a riva". 

E l'amministrazione regionale non è rimasta sorda alle richieste, accogliendo l'appello dei manifestanti, il presidente della Regione, Vito De Filippo, ha incontrato cittadini e operatori turistici che si erano barricati sul campanile del municipio di Bernalda, impegnandosi a convocare per mercoledì prossimo un vertice con la capitaneria di porto, il prefetto e le altre istituzioni locali coinvolte per concordare in tempi rapidi l'inizio degli interventi di dragaggio. 

"Dopo l'incontro con De Filippo - afferma Forcillo - i manifestanti sono scesi dal campanile, ma la mobilitazione prosegue con l'occupazione a oltranza del Comune. Dopo 20 anni di promesse mai mantenute, adesso vogliamo risposte concrete e la protesta non si fermerà fino a quando non vedremo gli operai al lavoro"”.

LINK
- Comitato Cittadiniattivi Bernalda e Metaponto 
- Associazione Leucippo di Metaponto