Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Cronaca Viaggi e Turismo

Bandiere verdi: le 50 spiagge più adatte ai bambini secondo i pediatri

Selezionate dai pediatri italiani in base a parametri che tengono conto di tutte le necessità dei più piccoli, come spazi per giocare, luoghi freschi dove ripararsi dal caldo, presenza di locali per famiglie, assenza di discoteche che disturbano il sonno.

» Cronaca Viaggi e Turismo Gianluca Colletta - 09/06/2010
Fonte: Immagine dal web

Spiagge a prova di bambino. Scelte da oltre 100 pediatri italiani, rappresentano i luoghi più adatti dove portare in vacanza i più piccoli. Così dopo le bandiere blu, ecco quelle verdi, 50 località selezionate dopo un'attenta analisi di ricerca condotta dall'Università di Milano Bicocca e divise in due categorie: le 25 spiagge naturali e le 25 spiagge mondane adatte ai bambini.

La presenza di strutture ricettive nelle vicinanze della spiaggia, così come la presenza di locali (bar, pizzerie, gelaterie) e luoghi di svago adatti a nuclei familiari sono alcuni degli aspetti presi in considerazione. Tutto però senza esagerare, perché troppo isolamento, così come la presenza di discoteche, possono essere contro produttive al sonno e alla tranquillità dei bambini.

A tutto ciò si aggiungono gli aspetti classici di tutte le classifiche che selezionano i nostri mari, ma non solo. A qualità e pulizia della spiaggia quindi, si aggiunge il tipo di arenile, preferibilmente di sabbia, piuttosto che roccioso o di ciottoli, perché ci sono meno possibilità di farsi male, ma anche ombrelloni ben distanziati l'uno dall'altro, spazi sufficientemente ampi per permettere ai bambini di giocare e la presenza di un soccorritore.

Nell'identikit ideale sono determinanti anche alcuni aspetti naturali. Ad esempio, fondali bassi vicino la riva per permettere ai bambini che non sanno ancora nuotare bene di fare il bagno senza rischi. È importante che a ridosso della spiaggia ci sia una pineta o un boschetto di macchia mediterranea per trovare rifugio dalla calura estiva.

La selezione è stata frutto di un lavoro di tre anni, che si era concentrato nel 2008 e nel 2009 sulle prime venticinque spiagge mondane del Paese. "Quest'anno ho condotto un sondaggio fra 115 pediatri - spiega Italo Farnetani, pediatra e professore di comunicazione scientifica all'Università di Milano Bicocca, nonché autore della ricerca -. Così è venuta fuori la lista di 25 luoghi in cui la natura regna incontaminata. Senza animazione e mini-club, ma con la tranquillità ideale soprattutto per le famiglie con bambini sotto i sei anni". 

Le spiagge naturali, ideali per le vacanze dei bambini al di sotto dei sei anni, sono più al Sud che al Centro-Nord, più nel Tirreno che sull'Adriatico, con una preferenza per Sicilia (Casuzze, Granitola Torrette, Porto Palo di Menfi, Scoglitti, Tre Fontane e Vendicari) e Sardegna (Bari Sardo, Cala Domestica, Is Aruttas e Mari Ermi, Isola di San Pietro, Marina di Orosei e Capo Coda Cavallo). Le due isole vantano sei località a testa, inseguite a breve distanza dalla Calabria, con ben cinque spiagge inserite nella classifica (Bovalino, Bova Marina, Cariati, Mirto Crosia-Pietropaola e Santa Caterina dello Ionio).

Solo due bandiere verdi invece per la Puglia (Marina di Pescoluse e Marina di Lizzano), mentre possono vantare una località sicura per i bambini anche la Basilicata (Marina di Pisticci), il Veneto (Cavallino-Jesolo Pineta), laToscana (Marina di Grosseto), il Lazio (Lido latina), le Marche (Porto san Giorgio) e l’Abruzzo (Vasto Marina). 

Tra le spiagge mondane, quelle più famose, adatte ai bambini invece ci sono Ostuni, San Teodoro, Cefalù, Viareggio, Sabaudia, Riccione, San Benedetto del Tronto, Lignano Sabbia d'oro, Nicotera, Iesolo, Alghero, Gaeta, Gallipoli, Isola di Capo Rizzuto, Marina di Ragusa (RG), Montalto di Castro, Palinuro, San Vito Locapo (TP), Soverato, Vieste, Cervia (RA), Giulianova (TE), Grado (GO), Montesilvano (PE), Praia a mare (CS).

"Per andare in spiaggia - ricorda il pediatra - servono poche cose: la crema protettiva solare da applicare ogni tre ore, un ombrellone e acqua fresca in abbondanza, per questo serve una borsa termica. Per i giochi bastano: secchiello, paletta e la palla, poi giocare con mamma e papà".