Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Cronaca Viaggi e Turismo

Pompei: tutta la magia di una città 'au clair de Lune'

Otto percorsi notturni per andare alla scoperta dell'antica città campana in maniera totalmente originale: con gli scavi archeologici rischiarati dalla luce delle fiaccole e dalle illuminazioni più suggestive.

» Cronaca Viaggi e Turismo Aura De Luca - 04/08/2011
Fonte: Immagine dal web

'Le Lune di Pompei', questo il titolo dell'iniziativa culturale, romantica e affascinante al tempo stesso, che non mancherà di stupire i turisti in visita nella bellissima città campana. Gli scavi archeologici di Pompei, questa volta, saranno percorsi di notte, tra fiaccole che segnano il sentiero e illuminazioni suggestive. Anche per questa estate 2011, insomma, le 'gite' al chiaro di luna accompagneranno i visitatori lungo gli scavi tutti i fine settimana fino a ottobre e dal 12 al 21 agosto tutte le sere. E sono proprio delle lune, simbolo della notte, che individuano gli otto percorsi magici e tragici che testimoniano 'il buio' della città distrutta dall'eruzione del Vesuvio e in cui il pubblico sarà accompagnato dalla voce narrante dell'attore Luca Ward.

"A cadenzare il percorso - spiegano gli organizzatori nel comunicato stampa -  è la presenza di otto lune che cambiano, si evolvono, raccontano e conducono il visitatore nei luoghi più significativi della città sepolta. Le tappe del percorso ricostruiscono, in questa che è la terza edizione de 'Le Lune di Pompei', alcuni aspetti della vita quotidiana della città. La visita ha inizio con la Luna della morte rappresentata dalla Necropoli di Porta Nocera, luogo del culto dei defunti in cui si ammira la tomba di Eumachia, sacerdotessa di Venere. Da qui si prosegue e si arriva alla Luna virtuale dove sull'erba dei terrapieni compaiono le immagini virtuali della città ricostruita con il foro, le domus e l'arena".



La terza Luna è invece quella della speranza nell'Orto dei fuggiaschi. "Qui ci si imbatte in quella
che fu la tragedia dell'eruzione - continua il comunicato - con 13 calchi dei corpi di pompeiani che perirono. Il percorso si snoda poi lungo i viali degli scavi e conduce il visitatore al profumiere nella via dei Mercanti e alla scoperta di misteriosi riti e miti dedicati alla dea Iside nel giardino della villa di Ottavio Quartione". Le ultime Lune sono la Casa della nave Europa, in cui si mostra la vita operosa dei pompeiani, per poi concludere il tour notturno all'Anfiteatro. Un percorso di sicuro fascino, in cui le rovine di Pompei sono avvolte e invase da giochi di luce, ologrammi e grandi proiezioni che conferiscono al percorso suggestioni uniche. 

"L'edizione 2011 de 'Le Lune di Pompei' - ha detto il project manager Antonio Ciampaglia - conferma la strada intrapresa tesa a confezionare un prodotto turistico per la fruizione dei beni culturali che unisca storia e tecnologia per emozionare il pubblico ed esaltare la bellezza del sito archeologico". Questa edizione, ha dichiarato infine il sindaco Claudio D'Alessio, "si presenta ricca di novità e sono certo che Pompei in abito da sera, illuminata dalla luna, riscuoterà grande successo e potrà diventare il motore del turismo nella provincia di Napoli".


LINK
- Le Lune di Pompei