Sport e Viaggi » Sport » Calcio

Seriea A: sorteggiato il calendario 2010-2011

Nessuna testa di serie, divieto di partite serali infrasettimanali per alcuni team, ma la novità saranno le gare il venerdì e il lunedì, per facilitare il cammino in Europa delle squadre italiane. Tre i derby. Prima giornata soft, Roma-Inter alla quinta.

» Calcio Gianluca Colletta - 30/07/2010

La stagione 2010-2011 è ai blocchi di partenza. In attesa di un agosto che imprima la scossa decisiva ad un calciomercato piuttosto sottotono, dove al momento mancano ancora grandi colpi, il sorteggio dei calendari del prossimo campionato ha dissipato anche l'ultimo alone di mistero, permettendo alle 20 squadre di conoscere quale sarà il proprio cammino dal 28 agosto al prossimo 22 maggio.

L'urna non ha riservato alla prima giornata grandi incontri tra le big. Così l'Inter sarà impegnato a Bologna, la Roma all'Olimpico con il Cesena, il Milan ospita il Lecce e la Juve va a Bari. La partita più ostica sarà quella che vedrà il Napoli di Mazzarri impegnato in casa della Fiorentina, mentre la Sampdoria, quarta alla fine della scorsa stagione, affronterà tra le mura amiche una Lazio vogliosa di riscatto. Completano il primo turno Palermo-Cagliari, Chievo-Catania, Parma-Brescia e Udinese-Genova.

Le novità per la prossima stagione saranno tante. A partire dagli orari di gioco. Una vera e propria abbuffata attende gli appassionati, che quasi ogni giorno potranno assistere ad una partita. Il nuovo format della Serie A è stato pensato sul modello della Premier League inglese. Oltre ai due anticipi del sabato (alle ore 18 e alle 21) si giocherà anche la domenica alle 12,30 e saltuariamente il lunedì sera alle 20,45 (un esperimento che non potrà essere ripetuto per più di 6 o 7 volte), cosa che potrebbe rappresentare un vantaggio per le squadre impegnate in Europa League che giocano il giovedì. La prima giocare nel Monday Night sarà l'Inter il 30 agosto, una scelta dettata anche dal fatto che i neroazzurri saranno impegnati il 27 agosto a Montecarlo nella sfida per la Supercoppa Europea.

Si potrà giocare anche di venerdì. Un modo per permettere alle squadre qualificate in Champions, che sono escluse dalla partita del lunedì, di recuperare le energie per ben figurare in Europa. Entrambi i turni a ridosso del week end, anticipo o posticipo, prenderanno il posto della partita pomeridiana del sabato. In notturna si giocheranno i quattro turni infrasettimanali (22 settembre, 10 novembre, 6 gennaio, 2 febbraio) per i quali potrebbe spuntare anche un anticipo e un posticipo.

Le soste in programa saranno cinque. Tre per le gare di qualificazione della nazionale agli Europei del 2012 (5 settembre, 10 ottobre e 27 marzo 2011) e due per le festività natalizie (26 dicembre e 2 gennaio 2011). Solo per l'ultima di campionato tutte le squadre scenderanno in campo simultaneamente alle 20,45, cosi come dovrebbe accadere anche la prima giornata, con un solo anticipo sabato (20,45), uno la domenica (18), sette partite alle 20,45 e il posticipo del lunedì.

Nonostante non ci siano state teste di serie, per assistere al primo big match in programma bisognerà attendere la quinta giornata, quando ci sarà la rivincita per la lotta scudetto dello scorso anno Roma-Inter. Subito dopo i neroazzurri affronteranno la Juventus, mentre i bianconeri incontreranno il Milan alla nona giornata. Il quadro degli scontri diretti per le pretendenti al titolo si conclude con i rossoneri che ospitano i giallorossi alla 17esima giornata, manche se un brivido finale potrebbe riservarlo l'ultima giornata con Napoli-Juventus, partita tra due squadre divise da una forte rivalità e che puntano in questa stagione molto in alto.

Saranno tre le stracittadine in questo campionato. Si inizia con Roma-Lazio alla 10ecima giornata, per poi proseguire con Inter-Milan alla 12esima e Sampdoria-Genoa alla 17esima. Il derby pugliese tra Bari e Lecce andrà in scena invece nel penultimo turno. Nessuna di queste partite, che potrebbero mettere a rischio la sicurezza di chi va allo stadio, verrà giocata durante la settimana. Uno dei paletti messi al momento del sorteggio, così come non potranno incontrarsi in turni infrasettimanali Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma. Tutto pronto quindi. Si attende solo il fischio d'inizio.