Sport e Viaggi » Sport » Calcio

Champions League: Inter, realizzare un sogno che dal 1965 sembrava un incubo

Eliminato il Barcellona i neroazzurri incontreranno in finale il Bayern Monaco. Un traguardo che manca da 45 anni, in una competizione che ha visto le italiane protagoniste dal 1993 al 1998. Una vittoria farebbe dell'Italia la nazione più vincente.

» Calcio Gianluca Colletta - 29/04/2010

Un sogno inseguito da 45 anni che ora può trasformarsi in realtà. Dopo l'eliminazione del Barcellona nella semifinale di Champions League (vittoria per 3-1 all'andata e sconfitta per 1-0 al ritorno), l'Inter di Josè Mourinho guarda alla finale del 22 maggio a Madrid.

Era dalla stagione 1971-72, quando il trofeo si chiamava ancora Coppa dei Campioni e vi partecipavano solo le squadre che avevano vinto il campionato nazionale, che la società milanese non arrivava a questi livelli. Ora che anche l'ultimo ostacolo è superato, i neroazzurri hanno tutte le carte in regola per ripetere il trionfo del lontano 1965.

L'ultima squadra italiana a vincere il titolo è stata il Milan di Carletto Ancelotti, nel 2007, con una squadra che nell'ultimo decennio ha tentato più volte l'assalto al titolo. Due anni prima, infatti, i rossoneri erano approdati in finale, ma furono battuti nella partita più importante dal Liverpool, autore di una strepitosa rimonta, dopo aver chiuso il primo tempo sotto di tre gol. Dall'ultimo successo milanista le italiane hanno spesso faticato in questa competizione e non sono più riuscite a raggiungere neanche la finale, tra grandi polemiche e delusioni.

Eppure, negli anni '90, le squadre azzurre sono state quasi sempre protagoniste. Nel 1992 è toccato alla Sampdoria lottare in finale, battuta solo dal Barcellona, mentre negli anni successivi è stata la volta di Milan (1993, 1994, 1995) e Juventus (1996, 1997, 1998), che sono riuscite a portare a casa solo un titolo ciascuno. E proprio queste ultime due hanno dato vita, nel 2003, ad uno spettacolare duello tutto italiano, conclusosi ai calci di rigore, che ha visto la vittoria dei rossoneri.

Ad alzare più volte le braccia al cielo, in questa coppa, è stato il Real Madrid, che vanta in bacheca ben 9 titoli. Al secondo posto il Milan, con 7 titoli (1963, 1969, 1989, 1990, 1994, 2003, 2007). La maggior parte delle volte che i rossoneri sono approdati in finale hanno conquistato il trofeo, con poche eccezioni (1958, 1993, 1995, 2005), esattamente l'inverso per la Juventus (solo due vittorie, nel 1985 e 1996, con 5 secondi posti, nel1973, 1983, 1997, 1998, 2003).

Conto in paro per l'Inter, con due successi consecutivi (1964 e 1965) e altrettante sconfitte (1967 e 1972). Tra le italiane arrivate in finale e poi sconfitte, oltre alla Sampdoria, ci sono anche la Fiorentina, nel lontanissimo 1957 contro il Real Madrid, e la Roma, che nel 1984 si arrese ai rigori contro il Liverpool, di fronte ad un attonito Stadio Olimpico.

Se l'Inter dovesse battere il Bayern Monaco, l'altra finalista di Madrid, l'Italia diventerebbe la nazione che ha collezionato più successi in questa competizione, al pari della Spagna. Il nostro Paese, però, detiene già il triste primato dei secondi posti (14, contro 9 degli iberici). Ma la finale è una partita a sé e tutto può accadere. Una cosa che Josè Mourinho sa bene, visto che lui la Champions League l'ha già vinta con il Porto nel 2004, battendo i francesi del Monaco.