Sport e Viaggi » Sport » Calcio

Rooney: un 'Vaffa..' di troppo per la Coca Cola

L'attaccante del Manchester United ha sponsorizzato la bibita gassata per sei anni, adesso il colosso americano ha preso le distanze dal calciatore, autore di "troppe volgarità".

» Calcio Redazione - 08/04/2011
Fonte: Immagine dal web

ll colosso della Coca Cola non rinnoverà il contratto di Wayne Rooney, calciatore inglese del Manchester United, impiegato come testimonial dal 2005. L'azienda produttrice della famosa bibita si è liberata di Rooney dopo l'ennesima provocazione televisiva. 

Il calciatore, autore del gol che ha decretato il successo della sua squadra per 1-0 sul campo del Chelsea nell'andata dei quarti di Champions, ha perso un prezioso contratto da 600mila sterline l'anno. Secondo i media inglesi però, Rooney ha pagato un prezzo salato esclusivamente a acusa dei comportamenti poco ortodossi tenuti dentro e fuori dal campo.

Nelle ultime settimane, infatti, la situazione di Rooney si è fatta molto delicata: il giocatore ha rimediato una squalifica di 2 giornate per le oscenità proferite davanti alla telecamera nel match vinto 4-2 dal Manchester sul campo del West Ham. Rooney, autore di una tripletta, ha esultato in maniera volgare e poco ortodossa dopo il gol del provvisorio 3-2. 

La Coca Cola ne ha dovute mandar giù diverse prima di decidere il 'licenziamento' del calciatore, che nel 2010 ha rischiato di mandare all'aria il matrimonio per una relazione extraconiugale avuta con una escort, mentre la moglie era incinta del loro primo figlio. L'attaccante ha salvato 'in corner' il rapporto con la moglie Coleen, ma ha continuato con gli eccessi e la parolaccia urlata in diretta tv in occasione della partita al West Ham ha visto crollare difinitivamente la stima del partner commerciale nei suoi confronti.

La sanzione, confermata dalla Football Association inglese, impedirà a Rooney di essere in campo per la sfida di Premier League contro il Fulham, in programma sabato, e per il derby della semifinale di FA Cup contro il Manchester City in programmail prossimo 16 aprile. "Mi dispiace saltare due partite, una delle quali è una semifinale di FA Cup a Wembley", ha detto la star dei Red Devils, scusandosi per il comportamento tenuto in campo.

"È un peccato sia stato squalificato proprio ora, perchè stava giocando in maniera ottimale negli ultimi tempi – ha detto il tecnico del Sunderland Steve Bruce a Sky Sports -. A volte però ti fai prendere dalla foga del momento e ti dimentichi delle cose, poi ti penti subito dopo". "Sono felice che lo United giochi senza Rooney – ha aggiunto Mark Hughes, alla guida del Fulham – anche se credo che il giocatore sia rimasto vittima del suo stesso nome. Probabilmente, se si fosse trattato di un altro, non sarebbe stato sospeso, ma è visto come un esempio per i ragazzi e quindi da lui ci si aspetta un comportamento diverso".