Sport e Viaggi » Sport » Calcio

Dal Pallone d'Oro e dal Fifa World Player nasce un nuovo premio

Addio ai riconoscimenti fotocopia per decretare il calciatore più forte. Blatter: "Volontà di unire esperienza e tradizione". Voteranno giornalisti, ct e capitani delle nazionali. Negli ultimi 5 anni, da Ronaldinho a Messi, i vincitori erano coincisi.

» Calcio Gianluca Colletta - 05/08/2010

Negli ultimi cinque anni il vincitore è stato sempre lo stesso, tanto che in molti storcevano il naso per i cosiddetti premi fotocopia. Così la Fifa ha detto basta, raggiungendo in Sudafrica uno storico accordo con il giornale francese France Football e mettendo fine alla rivalità ventennale tra il Pallone d'Oro e il Fifa World Player.

Il nuovo riconoscimento al calciatore più forte dell'anno sarà una sintesi dei due. Voteranno sia i giornalisti di testate specializzate di tutto il mondo, come nella tradizione del premio francese, che una giuria tecnica formata da allenatori e capitani delle 35 migliori nazionali, come accadeva per quello assegnato dalla massima federazione calcistica. E anche nel nome, Pallone d'Oro Fifa, rimarrà un richiamo alle radici da cui nasce.

Il contratto è stato firmato dal presidente della Fifa, Josef Blatter, e da Marie-Odile Amaury, presidente d'Amaury Sport Organisation, casa editrice di France Football, e prevede un sodalizio di 4 anni, cioà fino al prossimo mondiale. Non sono stati resi noti i particolari dell'accordo, tra cui quello economico, perché "come nei trasferimenti dei giocatori – spiega Blatter -, non parliamo di soldi, ma sottolineiamo la volontà di mettere insieme in uno stesso trofeo l'esperienza e la tradizione di France Football e della Fifa".

Il Pallone d'Oro era stato istituito nel 1956 per premiare il Calciatore europeo dell'anno. Dal 1995, nel tentativo di contrastare il crescente prestigio del rivale, nato nel 1991, appena pochi anni prima, e che si proponeva di valutare il più forte talento a livello mondiale, anche se di fatto gran parte delle critiche che gli venivano rivolte tendevano a sottolineare la preferenza di calciatori che militavano nei campionati europei, apre le porte anche ai giocatori extracomunitari. Il primo a ricevere questo riconoscimento fu il liberiano George Weah. Assegnato nel mese di dicembre, premiava il calciatore che più di altri si era distinto nell'anno solare in corso.

A differenza del Pallone d'Oro, il Fifa World Player prevedeva anche dei premi minori, come la migliore donna dell'anno, categoria vinta negli ultimi 4 anni dalla giovanissima brasiliana Marta. Sebbene non ci sia ancora una soluzione pronta, Blatter ha assicurato che verrà trovato un nome anche per il premio alle calciatrici. Possibile anche che la premiazione coincida con il gran galà del 10 gennaio prossimo, quando verrà assegnato il nuovo trofeo ai colleghi uomini.

E se di fatto da Ronaldinho a Messi, passando per Fabio Cannavaro, Kakà e Cristiano Ronaldo, l'unificazione era già avvenuta, si aprono ora le scommesse alla ricerca del vincitore del Pallone d'Oro Fifa. La rivista francese France Football vede in Wesley Sneijder, centrocampista dell'Inter e dell'Olanda, nonché uno dei protagonisti indiscussi nella tripletta neroazzurra e finalista ai Mondiali 2010, il possibile favorito. Difficile dire, in assenza di un astro assoluto, come accaduto negli anni scorsi, chi potranno essere i suoi rivali, ma qualcuno punta sul connazionale Robben e al compagno di squadra Milito. Ad ogni modo, la lotta per la successione è aperta.