Cronaca » Costume e Società » Costume

Dodici etichette per una Vendemmia: il racconto appassionato del Frascati DOC

Con una degustazione esclusiva in una dimora storica al Centro di Roma, aziende e produttori del territorio hanno spiegato ad un parterre di assoluto rilievo, il lavoro, l'impegno e la crescita di un'Eccellenza del territorio. Ecco come...

» Costume Francesca Nanni - 23/10/2020
Fonte: Foto ©Francesca Nanni

di FRANCESCA NANNI - Un territorio desideroso di raccontare la propria tradizione vitivinicola, oggi più che mai attiva, patrimonio culturale ed enogastronomico da tutelare e valorizzare. La storia dei vini del DOC Frascati e DOC Roma si è rivelata in tutta la sua eccellenza nella Capitale, il 13 ottobre scorso, durante una degustazione esclusiva nella suggestiva corniche dello storico Palazzo Patri Montoro, nel Rione Sant’Eustachio tra il Pantheon e Piazza Navona. Iniziativa che ha visto riunito per l’occasione, un parterre di invitati tra cui giornalisti e food and travel blogger.

L’evento è stato promosso dal Consorzio di Tutela Denominazione Vini Frascati e Consorzio Roma DOC ed inserito all’interno della quarta edizione di Vendemmia di Roma 2020, prestigioso Luxury Event della Capitale dal 12 al 18 ottobre scorsi organizzato da KRT che abbina ogni anno i vini del Comitato dei Gran Cru d’Italia con i maggiori global luxury brand del centro storico, patrocinato dall’Associazione Dimore Storiche Italiane di cui Palazzo Patrizi fa parte. Un’occasione per conoscere le realtà vinicole del territorio, il loro potenziale e l’altissima qualità raggiunta attraverso il lavoro degli enologi, dei produttori e delle aziende stesse. Così in un percorso organizzato rispettando le regole di distanziamento e sicurezza anti-Covid, lungo le splendide sale di Palazzo Patrizi Montorio, tra collezioni di quadri antichi, sculture e arredi d’epoca, si sono raccontate 12 aziende vitivinicole: Cantine San Marco, Cantina Casale Vallechiesa, Az. Agricola Casa Divina Provvidenza, Merumalia, Gotto D'Oro, Az. Gaffino, Cantine Volpetti, Castel de Paolis, Terre dei Pallavicini, Cantine Conte Zandotti. 


[Palazzo Patrizi Montorio. Foto ©Francesca Nanni]

Un bouquet di gusto, profumi e aromi di altissima intensità tradotte nelle referenze migliori di aziende e produttori locali, in un dialogo con il territorio, raccontando la crescita qualitativa che il Frascati ha fatto segnare negli ultimi dieci anni. Un incontro atteso e ben voluto soprattutto alla luce dell’approvazione il 12 ottobre scorso, da parte del Ministero delle Politiche Agricole delle modifiche temporanee ai disciplinari di produzione del DOC Frascati e del DOCG Frascati. Nello specifico, le modifiche riguardano l’articolo 5 dei rispettivi disciplinari che consentono fino al 31 luglio 2021 di effettuare le operazioni di vinificazione e di imbottigliamento nell’intero territorio dell’ex provincia di Roma, a condizione che le ditte interessate ne diano comunicazione all’Organismo di controllo.


[Alcune etichette in degustazione. Foto ©Francesca Nanni] 


[Foto ©Francesca Nanni]