Cronaca » Costume e Società » Costume

Cerealia Festival: con Chef Bernardi piccoli cuochi a scuola di cucina e di acquaponica

Inserita all'interno della Festa dei Cereali e del Mediterraneo, l'iniziativa ha coinvolto piccoli cuochi apprendisti e studenti dell'I.P.S. Maffeo Pantaleoni di Frascati. Un racconto sull’importanza del cibo sano per le nuove generazioni.

» Costume Francesca Nanni - 22/12/2020
Fonte: ©Francesca Nanni

di FRANCESCA NANNI - "Siamo ciò che mangiamo” diceva il filosofo Ludwig Feuerbach. Ecco perché è bene imparare fin da piccoli l’importanza di un cibo sano, di una corretta alimentazione secondo la dieta mediterranea, della cultura gastronomica italiana, strizzando l’occhio all’innovazione per l’agricoltura del futuro. È proprio seguendo questo fil rouge del benessere a tavola a 360 gradi, che piccoli cuochi apprendisti e giovani studenti dell’Istituto Alberghiero dell’I.P.S. Maffeo Pantaleoni di Frascati sono stati protagonisti, lo scorso sabato 19 dicembre, del cooking lab "Chef Trek Jr. Italy". Una curiosa lezione di cucina per raccontare il cibo ai più piccoli, educandoli ad essere adulti consapevoli da grandi.

IL COOKING LAB "CHEF TREK JR. ITALY". Nato e promosso da un progetto di Robert G. Seal, il laboratorio di cucina è stato realizzato in collaborazione con lo Chef Bernardi e l’Istituto Alberghiero Pantaleoni all’interno delle iniziative tra arte e gastronomia di Cerealia Festival - la Festa dei Cereali e del Mediterraneo, manifestazione internazionale organizzato dall’Associazione Culturale no-profit M.Th.I. (Music Theatre International) e dal suo presidente Paola Sarcina per valorizzare lo scambio interculturale tra i Paesi del Mediterraneo tra cultura e società, alimentazione e gastronomia. Così, rispettando tutte le norme di sicurezza anti Covid-19, nella cucina professionale e didattica di Villa Cavalletti a Grottaferrata, succursale dell’Istituto Pantaleoni, la piccola-grande Brigata si è radunata intorno a fuochi, pentole, mestoli e tantissimi ingredienti buoni e sani.



DALLE PIETANZE DELL’ANTICA ROMA...Guidati tutti dallo chef Renato Bernardi, esperto di cucina salutistica, Ambasciatore della Dieta Mediterranea nel mondo, pioniere del benessere a tavola, soprattutto dei bambini, comunicatore e divulgatore in vari Istituti Alberghieri e nel mondo, aiutati dai giovani cuochi emergenti, i bambini hanno così realizzato due pietanze “storiche” dell’Antica Roma. “Zuppa di Farro con arzilla e broccoli”, una ricetta con ingredienti legati anche alla storia del territorio romano, ed un “dolce con datteri caramellati e mandorle”. Prodotti sani, nutrienti, dalla forte componente mediterranea, per un viaggio gastronomico che dalla Roma Antica, ha proiettato bambini e studenti direttamente nel futuro dell’innovazione tecnologica applicata ad una nuova frontiera dell’agricoltura.



…ALL'INNOVAZIONE DELLA COLTIVAZIONE IN ACQUAPONICA. Cucinate le ricette e degustate a tavola, su una mise en plase preparata dagli allievi di Sala dell’Istituto Pantaleoni, studenti e i piccoli apprendisti chef hanno visto da vicino insieme allo Chef Renato Bernardi, il sistema di acquaponica per la coltivazione fuori suolo ad economia circolare per un’agricoltura sostenibile 4.0. Impianto ospitato all’interno del Bar Didattico Maffeo Pantaleoni a Villa Cavalletti, gestito e utilizzato dagli alunni grazie alla convenzione in partnership con la start-up europea Ponics, dallo scorso anno in sperimentazione presso lo stesso Istituto.



CHEF BERNARDI: "IL CIBO COME TRAGHETTO NELLE FASI DI CRESCITA". "È una grande soddisfazione raccontare a bambini e ragazzi il cibo sano legato alla nostra Dieta Mediterranea - ha spiegato Chef Bernardi alla stampa - e quei principi base che rendono il cibo stesso un traghetto fondamentale per tenere in connessione le fasi di crescita delle nuove generazioni, aiutandole a volersi bene attraverso una buona alimentazione". "Ad esempio nella zuppa di farro con arzilla e broccoli - aggiunge - non ho usato il sale, facendo capire loro che è possibile cucinare con gusto anche senza e che l’eccessivo utilizzo può essere la causa di alcune patologie importanti". "Continueremo su questa strada - ha chiosa alla stampa Chef Bernardi - grazie alla sinergia nata con alcuni giovani cuochi emergenti che collaboreranno con me per un’attività rivolta ai più piccoli per divulgare le grandi potenzialità della Dieta Mediterranea. Voglio ringraziare anche il Professor Salvatore Lo Prete, insegnante di Sala dell’Istituto Pantaleoni per la disponibilità dimostrata nel portare a termine questo evento".



A chiudere il cooking lab ed una mattinata curiosa e divertente, seguendo il fil rouge del
benessere bambini e studenti protagonisti dell’evento hanno fatto una passeggiata accompagnati dal Chef Bernardi, nella natura incontaminata tra i vigneti e gli ulivi della tenuta di Villa Cavalletti, immersi nei colori invernali, nei profumi del territorio, ammirando panorami suggestivi.