Cronaca » Costume e Società » Costume

Ritorno a bordo con il Risorgimento italiano: il magazine La Freccia scocca la sua ripartenza

Dopo cinque mesi di stop da lockdown, la rivista del Gruppo FS Italiane torna in cartaceo e formato web viaggiando sulle note di Giuseppe Verdi, in occasione del Festival di Parma, e tanti articoli, reportage e interviste tra società, cultura e attualità

» Costume Francesca Nanni - 15/09/2020
Titolo: Copertina del numero di settembre 2020

di FRANCESCA NANNI - Settembre, un mese non a caso. “Settembre è un mese di passaggio, conduce all’autunno e induce alla malinconia. Avremmo potuto scegliere come colonna sonora di questo numero le note di September Morn e accompagnarle con i fotogrammi da groppo in gola di Autumn in New York. Avremmo potuto abbandonarci a un giustificato spleen, non lo abbiamo voluto. Perché settembre segna l’inizio di un nuovo anno, di studio e di lavoro. Una ripartenza che, mai più di oggi, vorremmo fosse rapida e decisa. E diventasse una sorta di risorgimento economico, culturale e morale”.

Il primo editoriale cartaceo dopo cinque mesi di stop da lockdown, il direttore de “La Freccia” travel magazine mensile del Gruppo FS Italiane che si occupa di viaggi, di proporli e accompagnarli, e del portale d’informazione “FSNews.it”, Marco Mancini, lo inizia così, traducendo in parole, positive ed ottimistiche, la speranza che tutti serbiamo nel cuore dopo una pandemia che ha sconvolto il mondo intero. Settembre, ripartenza, Risorgimento italiano. Nuovo capitolo, nuova storia; un nuovo viaggio che inizia da una nuova stazione della vita resa più fragile e incerta dal Covid-19 alla ricostruzione della quale siamo chiamati tutti, come invita dalla copertina un bizzarro Giuseppe Verdi nelle vesti dello zio Sam, “voglio te” per ripartire.


[Editoriale del direttore Marco Mancini]

“Per questo abbiamo scelto le note di Giuseppe Verdi - spiega ancora il direttore Mancini - accompagnandovi a Parma e al festival a lui dedicato. Note ora dense e vigorose, ora passionali e struggenti, e poi energiche, entusiastiche, patriottiche. Tutti ingredienti indispensabili perché l’appello a ripartire, ripetuto come un mantra da settimane, si concretizzi e produca effetti altrettanto concreti in ciascuno di noi”. La Freccia riparte proprio da qui, dal numero di Settembre 2020 in cartaceo in tiratura limitata a bordo, nei Freccia Lounge e Freccia Club; uno stop forzato cui ha sopperito il formato digitale per pc e smartphone che, diversamente, non si è mai fermato. Un'edizione che viaggia sulle note risorgimentali di Giuseppe Verdi, in occasione del Festival di Parma che quest'anno spegne 20 candeline, ma che segue anche l’inizio di un nuovo ciclo scolastico e lavorativo.

Tanti gli incontri e le interviste come ad esempio quella ad Anna Maria Meo, direttrice del Teatro Regio di Parma, a Monsignor Matteo Maria Zuppi, cardinale e arcivescovo di Bologna, salito virtualmente in treno, trasformandolo in uno vero sul quale ha detto: “Dobbiamo stare tutti… in primis i più deboli e fragili”, per poi individuare le prime stazioni “più lavoro, ambiente e cultura” sul binario da seguire “dell’ascolto, della relazione, del rispetto reciproco, della solidarietà”. L’attualità con il tema scuola: ne parliamo con Federico Taddia, conduttore e autore del programma Ripasso in Italia di Radio24, Antonio Giannelli, a capo dell’Associazione nazionale presidi, e Raffaele Mantegazza, docente di pedagogia all’Università Bicocca di Milano.



E poi tante altre rubriche e reportage tra i quali un viaggio in sella della bici e dalla siciliana Monreale per giungere a Milano, seguendo le tappe del 103° Giro d’Italia, di cui Trenitalia sarà Official Green Carrier. La via dal Lazio alla grotta pugliese di Monte Sant’Angelo per la più antica e suggestiva via di pellegrinaggio documentata. Cultura e spettacoli con La Biennale di Venezia 2020 tra storia contemporaneità nel racconto del presidente Roberto Cicutto. L’omaggio al grande Alberto Sordi, a 100 anni dalla sua nascita con una mostra nella sua storica villa romana. Poi la moda con le sfilate a porte aperte a Milano e la fashion week a Roma che conferma la sua vocazione d’avanguardia investendo sui giovani talenti.

Spazio alla pagina doppia della rubrica A tu per Tu: storie e voci di chi per lavoro, studio o piacere viaggia sui treni e chi, invece, i treni li fa viaggiare. Spazio anche alle immagini con un servizio sulla Fondazione Alinari, l’archivio fotografico di Firenze che racconta la storia del Paese e dell’Europa attraverso un patrimonio di oltre 5 milioni di scatti, fino al racconto per immagini dei viaggiatori attraverso la rubrica fotografica di Ferrovie dello Stato Italiane “Railway heArt” che descrive i suoi protagonisti quotidiani; treni e stazioni, da sempre luoghi in cui si svolgono incontri e storie, si trasformano in immagini capaci di narrare la vita. Un successo da oltre 14mila gli scatti pubblicati su Instagram con l’hashtag #RailwayHeart e quattro i temi del progetto: People, At Work, Luoghi e In Viaggio (info nel link qui sotto)… E poi tanti altri argomenti ancora tra storia, cultura, curiosità e racconti che renderanno il vostro viaggio sicuramente più gradevole e accattivante!

LINK
- Sfoglia La Freccia (Settembre 2020 versione web)
- FS News.it
- Rubrica fotografica 'Railway heArt'