SANITA': COLLEGIO CHIRURGHI NO A DDL SU INTRA MOENIA

(ASCA) - Roma, 6 apr - ''Forte contrarieta'' del Collegio Italiano dei Chirurghi (CIC) al disegno di legge 120/ 2007 del Governo concernente la libera professione intramoenia del personale sanitario. Secondo il Presidente del CIC, Marco d'Imporzano, che sulla questione aveva inoltrato nei giorni scorsi una lettera al Ministro della Salute Renato Balduzzi, il provvedimento, se approvato, rischia di andare a scapito del paziente e dell'attivita' dei chirurghi. In particolare il Collegio, che rappresenta oltre 60 Societa' Chirurgiche su tutto il territoio nazionale, chiede di prorogare oltre il 30 giugno 2012 la scadenza per l'esercizio della libera professione 'intra moenia allargata' e di riesaminare con le Societa' Scientifiche di Chirurgia tutta la materia nelle sedi opportune discutendo soprattutto i temi della libera circolazione delle professionalita' e delle tecnologie; interscambio tra struttura pubblica e privata di professionalita' e tecnologie; controllo assoluto delle aziende ospedaliere sui pagamenti e sulle ore di attivita' e sulla incompatibilita' in presenza di strutture adeguate per spazi e tecnologie.