Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Cronaca Viaggi e Turismo

La vacanza ideale? È pet friendly, economica e a portata di mouse

L'alloggio estivo più quotato dagli italiani è una casa con giardino e piscina che possa ospitare anche Fido e Micio, ma portare in ferie gli amici a 4 zampe è un problema: gli animali sono ammessi solo nel 9% delle strutture.

» Cronaca Viaggi e Turismo Redazione/GP - 27/06/2011
Fonte: Immagine dal web

Estate, tempo di vacanze, relax e divertimento. Ma qual è la formula alloggiativa prediletta dagli italiani in partenza per il mare, la montagna o la collina? Né albergo né bed&breakfast, i nostri concittadini cercano una casa in affitto con giardino e piscina, che sia in grado di ospitare gli amici a quattro zampe.

Secondo una ricerca effettuata da Tns Research International, infatti, la soluzione abitativa bilocale o trilocale è la preferita dagli italiani. Tra le regioni più care in termini di affitto al primo posto è la Sardegna che, analizzando i dati di Casevacanza.it, per una settimana ad agosto in bilocale con 4 posti letto chiede 564 euro. Segue la Toscana con 496 euro. Al terzo posto si piazza il Lazio (423 euro), seguito dalla Sicilia (416). Più abbordabile la Puglia, dove in media si spendono 300 euro. 

"Grazie all'osservatorio di Casevacanza.it riusciamo a monitorare in tempo reale anche le fluttuazioni dei prezzi - spiega il direttore comunicazione di Immobiliare.it, Andrea Polo, all'agenzia di stampa Adnkronos – forse complice il ritrovato accordo per i prezzi dei traghetti verso la Sardegna, questa regione sta tornando ad attrarre turisti. Di conseguenza i prezzi stanno salendo fino a superare quelli della Toscana, forse danneggiata anche dalla notizia circolata negli ultimi giorni che la indicava come la più cara: se si sa che costa parecchio, molti se ne tengono alla larga".

L'OFFERTA MIGLIORE SI CERCA IN RETE. "Ormai rivolgersi al web per cercare o offrire la propria casa per le vacanze sta diventando una prassi consolidata anche in Italia – aggiunge Carlo Giordano, amministratore delegato di Gruppo Immobiliare.it -. Il fenomeno, come molti di questo tipo, ha matrice anglosassone, ma ormai sta diventando sempre più diffuso anche da noi grazie alla naturale propensione degli italiani a cercare l'offerta migliore (pensiamo alla diffusione dei compratori online, dalle assicurazioni, ai viaggi) e alla loro grande passione per la tecnologia. Il web permette di semplificare la ricerca, compierla al meglio e, cosa da non trascurare, valutare sia l'immobile sia il suo proponente prima di aver versato una caparra. La prova di questo sta nella crescita del settore delle case vacanze sul web. Noi stessi di CaseVacanze.it, abbiamo letteralmente raddoppiato il numero dei visitatori". 

OBIETTIVO COMODITÀ. L'alloggio sognato dalla maggioranza degli italiani che cerca una soluzione per l'estate è una casa in affitto che abbia un buon rapporto qualità/prezzo, abbastanza spaziosa, provvista di terrazzo o giardino, di piscina e che sia preferibilmente 'pet friendly', in modo che anche Fido e Micio gatto possano accompagnare la famiglia in villeggiatura. L'elettrodomestico di minore interesse per l'italiano in vacanza è la televisione, che si posiziona al decimo posto della classifica stilata da CaseVacanze.it, mentre tra le attività preferite da svolgere sul posto i nostri connazionali optano di gran lunga per tutte le soluzioni più semplici e 'riposanti'. Insomma, durante la pausa estiva, sembra che l'italiano cerchi serenità e relax.

L'INSEPARABILE AMICO A 4 ZAMPE. Nel Bel Paese, ben otto milioni e mezzo di famiglie convivono con un animale domestico, ed è facile immaginare che, durante le ferie, molte di loro cerchino soluzioni alloggiative in grado di accogliere anche cane e gatto. E qui sorge un problema, perché trovare una struttura che accolga i nostri amici pelosi non è facile. Secondo l'Ufficio studi di Immobiliare.it ,solo nel 9 per cento degli annunci di immobili dati in affitto per le vacanze sono 'pet friendly'. Secondo la ricerca svolta, tra i privati c'è una maggiore disponibilità in questo senso (il 47 per cento accetta animali), mentre tra gli immobili offerti dalle agenzie solo l'8 per cento accoglie cani e gatti. La disponibilità è inoltre molto diversificata a livello regionale: la Valle d'Aosta risulta la più accogliente con il 19 per cento di immobili 'pet friendly', seguita dall'Abruzzo con il 15 per cento, e dall'Emilia Romagna con il 12 per cento. Maglia nera alla Lombardia (solo il 3 per cento degli immobili), alle Marche e alla Sardegna, (4 per cento). 

C'è anche da considerare il fattore economico: le strutture 'amiche degli animali' chiedono ovviamente un prezzo per ospitare gli animali, "in media portare in vacanza un cane o un gatto costa dai 30 ai 50 euro a settimana - rende noto CaseVacanze.it - ma se è di taglia grande il prezzo aumenta". Molte strutture che dichiarano di accettare gli animali, infine, accolgono solo quelli di piccola taglia mentre altre accettano anche le taglie grandi ma applicano una maggiorazione sul prezzo. 

ALCUNI CONSIGLI DA SEGUIRE. Codici, L'associazione impegnata nella tutela del cittadino, sconsiglia di scegliere la settimana di Ferragosto (ove possibile), perché è il periodo in cui i prezzi salgono alle stelle. Attenzione alle prenotazioni su internet: occasioni all'apparenza troppo convenienti potrebbero nascondere varie trappole. In generale, cercare sempre più informazioni possibili sulla casa da affittare e sul venditore, non cliccare su link contenuti in e-mail in cui vengono richieste informazioni personali, scegliere sempre metodi di pagamento sicuri, che offrono programmi di protezione dalle frodi, non effettuare pagamenti con Western Union o Moneygram se non si hanno tutte le informazioni necessarie o non ci si fida completamente del venditore: una volta effettuato infatti, non è possibile bloccare un trasferimento di fondi. Infine, ricordarsi di non accettare pagamenti superiori all'importo dovuto con richiesta di restituzione anticipata della differenza.