Scienze e Tecnologie » Medicina e Salute » Patologie

Balbuzie: la scuola a lezione di conoscenza

L'impreparazione degli insegnanti può danneggiare un alunno con disfluenza verbale fino a spingerlo ad abbandonare la scuola. Una guida semplice e diretta fornisce ai docenti strumenti di base per non commettere errori pratici e di valutazione.

» Patologie Paola Simonetti - 22/12/2010

Non può esserci emancipazione e crescita serena dell'individuo, se l'istituzione della scuola per prima si rivela miope, retrograda, ignorante. E se è vero che agli insegnanti in Italia si chiede molto, forse troppo, è pur vero che non è giustificabile la mancanza di volontà di capire e informarsi nell'ambito di un mestiere cardine come quello dell'istruzione. 

La balbuzie, insieme a molti dei problemi legati al linguaggio dei minori, è uno dei buchi neri del sistema scolastico italiano, quello in cui cade spesso il reperimento di strumenti, la divulgazione, la capacità di guardare oltre e di andare all'essenza, di saper capire 'come si fa'. Errori pratici e di valutazione degli studenti da parte dei docenti, per mancanza di vera conoscenza del problema, sono all'ordine del giorno.

Il danno che ne deriva non è di poco conto: la disfluenza verbale che colpisce l'1 per cento della popolazione, in particolare bambini piccoli, ha condotto molti ragazzini, pervasi da profondo disagio, ad abbandonare i banchi di scuola per scegliere di lavorare precocemente, spendendosi per lo più in attività di tipo manuale; o peggio ancora ha prodotto persone insicure, prive di autostima, persuase di essere incapaci o poco intelligenti. Una deprivazione a lungo termine per i diretti interessati ma anche per l'intera società. 

Su tutto questo, Enzo Galazzo, docente ed esperto di balbuzie e rieducazione, nonché presidente dell'associazione 'Vivere senza balbuzie', è impegnato da anni con un lavoro di rieducazione sui balbuzienti, ma anche di capillare divulgazione fra gli adulti. La sua ultima iniziativa è proprio mirata alla scuola, con la realizzazione di una guida semplice e sintetica, scaricabile gratuitamente dal sito informativo dell'associazione, per offrire agli insegnanti poche ma fondamentali regole di comportamento e comprensione della balbuzie.

"Abbiamo voluto creare una guida pratica sui comportamenti dei balbuzienti a scuola, sugli atteggiamenti da assumere e da evitare per trattare nel miglior modo possibile chi soffre di questo disturbo – ha spiegato Galazzo -, per cercare di prevenire i danni involontari che una persona inesperta può commettere".

Completare la parola spezzata, non guardare negli occhi il ragazzo balbuziente - si apprende dal volume -, o anche solo corrucciare la fronte mentre parla, sono gesti e comportamenti che andrebbero banditi a scuola come in famiglia. "Una malacultura difficile da scalfire – prosegue Galazzo -, fa credere alla maggior parte degli insegnanti, ma non solo, che l'insicurezza o la difficoltà nel pronunciare le parole sia sinonimo di non preparazione o, peggio, di non comprensione di quello che si è studiato. Un errore macroscopico e grave, che purtroppo tende ad alimentare il disturbo di chi ne soffre. Occorre concentrarsi su 'cosa' dice il bambino e non su 'come' lo dice".

L'iniziativa della guida, tuttavia, ha evidenziato un interesse insperato, colmando evidentemente un vuoto informativo: "In pochi giorni il sito ha ricevuto migliaia di contatti da parte degli insegnanti, desiderosi di capirne di più – aggiunge Galazzo -, per scaricare la guida". A fare divulgazione sul materiale, è notizia di questi giorni, anche l'Agenzia nazionale per lo sviluppo dell'autonomia scolastica (Ansas), che si occupa di formazione dei docenti.

Una piccola grande vittoria, che si accosta a quella già messa a segno con la precedente guida dedicata ai genitori di bambini con disfluenza verbale: appena nove pagine di consigli, per comprendere come muoversi alla prima comparsa di difficoltà verbale. La 'Guida per genitori' è possibile richiederla gratuitamente tramite mail all'indirizzo info@viveresenzabalbuzie.it

LINK
Associazione 'Vivere senza Balbuzie'
- Scaricare la Guida per insegnanti