Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Cronaca Viaggi e Turismo

Marzabotto: il tramonto nell'area archeologica tra letteratura antica e musica

Dal 23 luglio al 13 agosto quattro serate di reading tratti da opere di autori greci e latini accompagnati dalle note di strumenti musicali che evocano atmosfere d'altri tempi.

» Cronaca Viaggi e Turismo Ester Trevisan - 21/07/2010

Il sole che lentamente cala, dipingendo col suo rosso infuocato il pianoro in cui secoli fa vissero gli etruschi, e i racconti di Apuleio, Tucidide, Plutarco e Petronio rievocati attraverso voci narranti e musica. Ecco lo spettacolo al quale assisterà chi parteciperà ai reading musicati che si svolgeranno il 23 e il 30 luglio e il 6 e il 13 agosto nell'area archeologica di Marzabotto, in provincia di Bologna. Inseriti all'interno della rassegna estiva 'Infrasuoni', organizzata dai Comuni di Marzabotto e Vergato, i quattro appuntamenti saranno a ingresso gratuito e accompagnati da un aperitivo.

Si comincia venerdì 23 luglio, quando sul palcoscenico allestito accanto al museo annesso all'area archeologica si esibiranno Micaela Casalboni, che reciterà 'Amore e Psiche' di Apuleio, e Francesco Benozzo che suonerà in sottofondo l'arpa celtica. 

Il 30 luglio, invece, andrà in scena 'Tradire l'ultimo imperatore persiano', opera con la quale Curzio Rufo e Plutarco raccontano la miserabile fine di Dario, l'ultimo 'Re dei Re' sconfitto da Alessandro Magno. La narrazione sarà affidata alla voce di Gabriele Marchesini, mentre Elias Nardi incanterà il pubblico con le corde dell'oud, considerato dagli arabi il sultano degli strumenti musicali. Il 6 agosto Micaela Casalboni, accompagnata musicalmente da Daniele Donadelli, tornerà a calcare il palcoscenico dell'area archeologica per interpretare le novelle con cui Apuleio e Petronio ironizzano sulla perfidia delle donne.

La condanna dell'imperialismo espressa attraverso il pensiero di due autori distanti fra loro 25 secoli, infine, è il tema a cui sarà dedicata l'ultima serata in programma per il 13 agosto: Matteo Belli con Carlo Maver al bandoneon (lo strumento fondamentale delle orchestre di tango argentine, ndr) leggerà prima un passo di Tucidide, il maggiore storico greco autore della 'Guerra del Peloponneso', e poi 'Genocidio', in cui Pasolini nel 1974 denuncia l'imperialismo implicito nel nostro modello di produzione. 

'In passato – spiega Simonetta Monesi, assessore alla Cultura del Comune di Marzabotto – l'area archeologica ha ospitato alcuni spettacoli, ma si è sempre trattato di eventi singoli. Questi reading musicati, invece, rappresentano una rassegna organica che si inserisce nel grande circuito italiano degli appuntamenti culturali realizzati in aree all'aperto di grande prestigio".

"Il sito archeologico di Marzabotto – sottolinea Monesi – riveste una grande importanza nella storia degli antichi etruschi e, grazie alla sua posizione, offre ai visitatori un paesaggio di bellezza straordinaria. L'obiettivo che ci poniamo con queste serate è far conoscere il parco archeologico anche come luogo piacevole in cui poter ammirare il tramonto allietando il corpo e lo spirito".