Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Mercato turistico

Turismo d'alta quota: 'Montagna made in Italy', tutte le vette della Penisola in un clic

Una guida on line con tutte le informazioni utili per organizzare una vacanza alla scoperta delle cime italiane: ecco il nuovo portale interamente dedicato ai monti del Belpaese.

» Mercato turistico Ester Trevisan - 27/04/2010

Valorizzare e promuovere i territori montani che, con le loro bellezze naturali, i prodotti tipici dell'enogastronomia e i servizi offerti, rappresentano una sorta di potenziale paradiso terrestre: nasce con questo obiettivo 'Montagna made in Italy', il portale specializzato nell'informazione d'alta quota che ha debuttato in Rete un mese fa. 

"Alla base di questo progetto – spiega Andrea Panagia, direttore del sito – c'è l'idea che il nostro Paese vanta un patrimonio montano bellissimo, in parte ancora sottostimato: alcune regioni hanno una tradizione più radicata e, avendo sviluppato una serie di servizi molto efficienti, hanno un 'potere di seduzione' più forte rispetto ad altre regioni che, nonostante il fascino delle loro montagne, sono più acerbe dal punto di vista dell'accoglienza e dell'organizzazione turistica. In Campania - continua il direttore - esistono zone di montagna di grande valore, come il Matese, ma poco conosciute. Il nostro intento è dare la maggiore visibilità possibile ai territori montani, portandoli all'attenzione del vasto pubblico". 

Per riuscire nell'impresa Andrea Panagia mira ad un coinvolgimento sempre più ampio degli operatori di settore, sia pubblici che privati: soggetti istituzionali come i ministeri del Turismo, dell'Agricoltura e dell'Ambiente, gli enti locali, le Aziende di promozione turistica (Apt) e albergatori, ristoratori, commercianti e, in generale, tutti gli imprenditori che si occupano di ricettività. "Si tratta – dice Panagia – di superare l'idea che in montagna ognuno pensa per sé e di considerare che, invece, il gioco di squadra è più efficace".

Al progetto partecipano numerosi partner classificabili in due tipologie: quelli commerciali, come i negozi specializzati nella vendita di articoli tecnici, e quelli con i quali si condividono contenuti, come Gulliver, un altro portale contenente un database con migliaia di percorsi da svolgere in montagna, e la libreria milanese 'Monti in città'. 'Montagna made in Italy' si compone di due sezioni: una dedicata all'informazione e l'altra al territorio. Nel primo menù trovano spazio tutte le notizie riguardanti, per esempio, i servizi offerti, le curiosità, le attività proposte dalle località montane, mentre il secondo punta l'attenzione sulle 20 regioni italiane, segnalando per ciascuna le aree protette, le associazioni che organizzano le escursioni e i principali itinerari. 

"Il target al quale ci rivolgiamo – sottolinea il direttore del portale – non è composto da fanatici delle scalate in alta quota, che trovano in altri siti i loro punti di riferimento, ma da tutti coloro che, amando la montagna, desiderano conoscerla sempre meglio. Le statistiche relative a questo primo mese di attività sono molto incoraggianti: il tempo di permanenza di ogni utente che naviga all'interno del nostro portale è di circa sei minuti, un dato decisamente positivo se si considera che, per leggere un articolo on line, la cui lunghezza è ridotta rispetto alla carta stampata, occorrono mediamente 35 secondi".

Per dare maggiore forza al progetto, Panagia annuncia che uno dei prossimi obiettivi è ampliare i confini del portale, dandogli anche una dimensione 'fisica': "Un'idea, per esempio, è partecipare alle iniziative promosse dalle Apt, non solo curandone la comunicazione web, ma anche garantendo la nostra presenza durante lo svolgimento della manifestazione".

LINK:
Montagna made in Italy