Cultura e Spettacoli » Libri » Cronaca Libri

Premio Strega: da Pavolini a Sorrentino, la rosa dei magnifici 12 in gara

È stata ufficializzata la lista dei nomi dei concorrenti dell'ambito riconoscimento letterario che richiama il celebre liquore beneventano. Questa è la 64esima edizione: la prima fu vinta da Flaiano, di cui ricorre il centenario.

» Cronaca Libri Valentina Marsella - 14/04/2010

Da 'Hanno tutti ragione' di Paolo Sorrentino a 'Strane cose, domani' di Roul Montanari. La rosa dei dodici nomi che concorrerà al premio Strega 2010, giunta alla sua 64esima edizione, è stata ufficializzata. Edizione da record, almeno per numero di concorrenti. Sono una ventina, infatti, i libri sui quali è stata operata la selezione. Ecco dunque i fortunati che concorreranno al più blasonato e ambito tra i riconoscimenti letterari italiani, nato nel '47 nel salotto di Maria e Goffredo Bellonci, grazie ai contributi di Guido Alberti, proprietario dell'omonima casa produttrice del liquore che ha dato nome al premio e che ancora sponsorizza la manifestazione. 

Si comincia con 'Acciaio' (Rizzoli) di Silvia Avallone, seguito da 'La casa' (Elliot) di Angela Bubba. Nell'elenco anche 'Non ti voglio vicino' (Frassinelli) di Barbara Garlaschelli, 'Bambini nel bosco' (Fanucci) di Beatrice Masini. Ma anche 'Tutta mio padre' (Bompiani) di Rosa Matteucci, 'Un anno fa domani' (Instar Libri) di Sebastiano Mondadori, e 'Strane cose, domani' (Baldini Castoldi Dalai) di Raul Montanari. E ancora 'Sono comuni le cose degli amici' (Ponte alle Grazie) di Matteo Nucci, 'Accanto alla tigre' (Fandango) di Lorenzo Pavolini, 'Canale Mussolini' (Mondadori) di Antonio Pennacchi, 'Prenditi cura di me' (Sellerio) di Francesco Recami, e infine 'Hanno tutti ragione' (Feltrinelli) di Paolo Sorrentino.  

A selezionare la rosa dei magnifici 12, il comitato direttivo del Premio Strega, costituito da due esponenti della Fondazione Bellonci, due rappresentanti di Strega Alberti S.p.A., l'azienda produttrice del liquore, tre autori premiati e due personalità dei 400 'Amici della Domenica', come si chiamano i giurati. Il comitato dura in carica tre anni ed è attualmente composto da Franco Alberti, Alessandro Barbero, Valeria Della Valle, Giuseppe De Rita, Fabiano Fabiani, Alberto Foschini, Melania G. Mazzucco e Ugo Riccarelli. 

A presiedere l'evento, il direttore della Fondazione Bellonci, Tullio De Mauro. Ancora una volta, a fare da cornice all'ufficializzazione dei nomi è Benevento, che dal 2008 è stata scelta dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci come tappa fissa del viaggio dello Strega, in virtù degli oltre 60 anni di amicizia che legano il premio alla città campana. Proprio nel capoluogo sannita, infatti, ha avuto inizio nel 1860 l'avventura della famiglia Alberti, che da quasi un secolo e mezzo continua a produrre lo storico liquore a base di erbe. Fu dall'amicizia tra Guido Alberti, industriale appassionato di recitazione, e i coniugi Bellonci, che nel 1947 nacque il premio letterario, assegnato quell'anno a Ennio Flaiano, di cui quest'anno ricorre il centenario, con il libro 'Tempo di uccidere'. 

L'edizione 2010 del premio vede l'introduzione di importanti novità, come ha sottolineato De Mauro. Ai 400 'Amici della Domenica', tradizionale corpo elettorale del premio costituito da uomini e donne di cultura, scrittori, editori, critici, giornalisti, artisti, si aggiungono a partire da quest'anno 30 lettori 'forti' selezionati grazie alle segnalazioni di altrettante librerie indipendenti associate all'Associazione Librai Italiani (Ali), distribuite sull'intero territorio. A partire da questa edizione, inoltre, l'elenco degli 'Amici' storici e attuali del Premio Strega, comprensivo dei nuovi ingressi, sarà pubblicato online sul sito della Fondazione Bellonci (www.fondazionebellonci.it). 

Intanto, giovedì 22 aprile, alle ore 18, gli autori candidati saranno presentati a Benevento nella splendida cornice del Teatro Comunale, nel corso di un evento presentato da Livia Azzariti affiancata dall'attrice Isabella Ferrari, che leggerà brani dai libri in concorso. Dopo Benevento, la prima votazione si terrà come di consueto in casa Bellonci, la sede della fondazione, dove mercoledì 9 giugno sarà effettuato lo spoglio dei voti dei 400, per la designazione dei cinque libri che accederanno alla votazione finale. Il giorno successivo, giovedì 10 giugno, la città di Roma metterà a disposizione degli autori finalisti la scena del Festival delle letterature di Massenzio. 

Gli autori della cinquina finalista saranno inoltre presentati venerdì 18 giugno a Vienna, nel corso di un evento realizzato in collaborazione con l'Istituto italiano di cultura. Il viaggio del Premio Strega si concluderà a Roma, giovedì primo luglio, per la seconda votazione e la tradizionale cerimonia di premiazione presso il Ninfeo di Villa Giulia. Tra i nomi noti che in oltre mezzo secolo hanno vinto il premio, Umberto Eco con 'Il nome della Rosa', nel 1981, Dacia Maraini con 'Buio' nel '99, Melania Mazzucco, autrice di 'Vita' nel 2003. Ma anche celebri scrittori e letterati del passato che hanno fatto la storia, come Cesare Pavese che con 'La bella estate', che salì sul podio nel lontano 1950. 

LINK: 
-Premio Strega