Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Itinerari e Tendenze

Cicloturismo: 'Ali in bici', a Bari un esempio di viabilità sostenibile

Il capoluogo pugliese potrebbe essere la prima città del Sud a disporre di un collegamento ciclabile fra l'aeroporto e il centro. Mente del progetto è Tecnomobility, associazione formata da giovani ingegneri e architetti.

» Itinerari e Tendenze Ester Trevisan - 23/01/2010

Contribuire allo sviluppo di un sistema di trasporto sostenibile e dimostrare che è possibile coniugare il rispetto dell'ambiente con l'innovazione tecnologica. Con questi obiettivi nasce il progetto 'Ali in bici' proposto da Tecnomobility, associazione nata dalla collaborazione fra ingegneri e architetti pugliesi che hanno deciso di unire le proprie esperienze e competenze per raccogliere la sfida lanciata da 'Principi attivi', il bando di concorso promosso dalla Regione Puglia per aiutare i giovani talenti locali a emergere. 

"Il progetto con il quale abbiamo partecipato e vinto - spiega Nicola Berloco, ingegnere poco più che trentenne e leader di Tecnomobility - nasce dalla sensibilità che ognuno di noi ha sviluppato verso le modalità di trasporto sostenibili e dalla convinzione che la riqualificazione territoriale non possa prescindere da un ripensamento della mobilità in chiave eco-compatibile".

Il lavoro di Tecnomobility, che Berloco preferisce definire 'studio di fattibilità' piuttosto che vero e proprio progetto, si propone di individuare possibili connessioni ciclabili fra gli aeroporti di Bari e Brindisi e i rispettivi centri urbani. "Dopo aver compiuto l'analisi dei costi e dei benefici - spiega Berloco - abbiamo sottoposto lo studio all'esame degli altri soggetti coinvolti a vario titolo nel progetto: Anas, Provincia e Comune di Bari, Aeroporti di Puglia e Regione, questi ultimi due partner dell'’iniziativa, hanno espresso tutti parere favorevole". 

"Adesso - prosegue - attendiamo soltanto il responso di Ferrotramviaria ed entro fine marzo contiamo di completare il progetto. Poi spetterà alla Regione reperire i fondi per finanziarlo, nell'ambito degli interventi in favore della mobilità sostenibile, e procedere con la fase attuativa". Secondo lo studio di fattibilità elaborato da Tecnomobility, il percorso ciclabile tra lo scalo di Bari e il centro urbano dovrebbe oscillare tra un minimo di 10 a un massimo di 13 chilometri. Un tragitto che, lambendo i quartieri periferici della città, potrebbe riqualificarne l'immagine e migliorare la qualità della vita degli abitanti.

Nel progetto 'Ali in bici' rientra anche un questionario, distribuito fra i passeggeri in transito in aeroporto ma scaricabile anche sul sito internet dell'associazione, mirato a stimare la domanda di cicloturismo in Puglia. 

LINK
- Associazione Tecnomobility