Cultura e Spettacoli » Cinema

Inkheart: la magia della lettura

Una nuova prova sul grande schermo per il campione degli action movie Brendan Fraser.

Vito Tripi - 17/03/2009
Fonte: dal web

Chissà quante volte ci è capitato di leggere un libro ed appassionarci così tanto alla trama ed ai personaggi da desiderare di incontrarli di persona e di entrare in quel mondo. 

Penso sia successo a chiunque. Ed è su questa linea che si è mosso Iain Softley per il suo "Inkheart - La leggenda di cuore d'inchiostro", prodotto dalla New Line Cinema, e basato sul libro "Cuore d'inchiostro", scritto da Cornelia Funke.

Immaginiamo dunque che esistano degli individui, chiamate "lingue di fata"”, che hanno lo straordinario potere, ogni qualvolta leggano ad alta voce, di trasportare sul nostro piano di esistenza i personaggi dei libri che stanno leggendo. Un potere meraviglioso, indubbiamente, ma che ha i suoi contro in primis non sai mai quale personaggio possa uscir fuori, in secondo luogo perché per "ognuno che esce c'è qualcuno che entra", questa è la regola. 

Molto spesso i portatori di questo dono sono inconsapevoli di averlo sino a che non si arriva alle estreme conseguenze. E' il caso di Mortimer "Mo" Folchart che di mestiere, guarda caso, fa rilegatore di libri. Una sera mentre legge "Cappuccetto Rosso" a Meggie, la sua bimba appena nata, ecco apparire dal nulla il più famoso indumento delle favole. 

Passano dodici anni e Mo è sempre in giro per il mondo alla ricerca di libri rari, anzi sarebbe meglio dire un libro "Inkheart" che è diventato stranamente introvabile. Finquando in una vecchia libreria nei pressi di Zurigo, ne rinviene una copia di Inkheart e subito viene avvicinato dal bardo Dita di Polvere, personaggio che lui stesso ha portato fuori dal libro, il quale lo avverte che il malvagio Capricorno, i suoi scagnozzi capeggiati dal grasso e superstizioso basta sono sulle sue tracce. 

Ma cosa è successo? Molti anni prima in una notte di tempesta Mo stava leggendo il libro in questione quand'ecco dal nulla comparire i due lestofanti e Dita di Polvere. Dopo un primo scontro, terminato grazie all'intervento del bardo, Resa, l'amata moglie di Mo, era scomparsa risucchiate dalle pagine del libro. 

Da quel giorno Mo ha trascorso tutta la sua vita a ricercare quel libro per riportare in dietro l'amata. Solo che ora Capricorno è divenuto un potente boss della mala è vuole catturare il nostro eroe per sfruttare i suoi poter per accrescere il suo potere e la sua ricchezza. Mo decide allora di rifugiarsi in Italia da sua zia Elinor sperando così non solo di salvare la sua vita e quella di sua figlia, ma anche di incontrare Fenoglio l’autore del libro (un omaggio al nostro Beppe?) per recuperarne una copia e liberare Resa. Quello che non sa, però, e che Capricorno è già sulle sue tracce. 

Softley dirige un film indubbiamente piacevole ma tende a dilungarsi troppo e a far perdere l'attenzione dello spettatore. Notevoli, com'era prevedibile, gli effetti speciali ma ancor più suggestivi gli scenari e la fotografia. La pellicola è stata quasi totalmente girata in Italia nella zona del Ponente Ligure, soprattutto in Provincia di Savona, in particolare le città interessate dalle riprese sono state: Alassio, Albenga, Balestrino e Laigueglia, nella Valle Argentina in Provincia di Imperia, nonché alcune località di montagna come Entracque (CN), trasformate per l'occasione in splendidi paesaggi innevati artificialmente.

Il budget del film è stato di circa 60 milioni di dollari ma il risultato al box office americano è stato un po' deludente solo 15 milioni di dollari. I tanto annunciati sequel del film, infatti, tratti dai due romanzi successivi, "Inkspell" e “"nkdeath", sono stati immediatamente messi in stand-by, e solo se "Inkheart" otterrà un buon incasso mondiale i produttori decideranno se sfruttare i diritti già acquisiti degli altri due libri.

Per quanto riguarda il cast Mo ha il volto di un veterano del genere Brendan Fraser che qui da una prova di maturità artistica dimostrando una duttilità anche in parti toccanti e sentimentali. Fraser è stato scelto per questo ruolo su insistenza della stessa Cornelia Funke, che aveva pensato a lui sin dal primo momento. Una brava e simpatica Helen Mirren ha il ruolo di zia Elinor. Paul Bettany, invece, è un credibile Dita di Polvere. Il malvagio Capricorno è invece interpretato da Andy Serkis, che nella trilogia de "Il Signore degli Anelli" aveva interpretato il personaggio di Gollum.

SCHEDA

Regia: Iain Softley
Sceneggiatura:

David Lindsay-AbaireAttori: Brendan Fraser, Andy Serkis, Eliza Bennett, Paul Bettany, Helen Mirren, Jim Broadbent, Jessie Cave, Sienna Guillory, Rafi Gavron, Lesley Sharp, Matt King

Produzione: Internationale Filmproduktion Blackbird Dritte, New Line Cinema
Distribuzione: Eagle Pictures
Paese: Germania, Gran Bretagna, USA 2008
Genere: Fantasy, Avventura
Durata: 106 Min