Sport e Viaggi » Viaggi e Turismo » Cronaca Viaggi e Turismo

Turismo: lotta all'abusivismo e trasporti per pendolari e turisti, la visione di Carla Renzi

Il Lazio e il suo turismo ricco di risorse e potenzialità ma che deve essere rilanciato, sostenuto e potenziato con una serie di misure ad hoc come ad esempio la lotta all’abusivismo e all’illegalità nel settore ricettivo, i servizi alle figure professionale e l’organizzazione dei viaggi in tutte le sue forme e nuova politica dei trasporti per pendolari e turisti. Questi alcuni dei punti chiave della visione nel settore turismo di Cinzia Renzi, Presidente Assoviaggi Roma e candidata Lazio Noi con l'Italia. Nonostante i dati sul turismo nella Regione Lazio abbiano registrato un incremento è necessario investire nel settore favorendo così lo sviluppo economico di tutto il territorio. Anche per Roma si registra un cauto ottimismo. In base ai dati dell’Ente bilaterale del turismo del Lazio (Ebtl), nei primi cinque mesi del 2017 Roma ha contato 5,4 milioni di arrivi e 13,5 milioni di presenze facendo registrare, rispetto allo stesso periodo del 2016, una crescita di circa il 2,8 per cento negli arrivi e del 2,5 nelle presenze, con i turisti stranieri a trainare di più la domanda (+3,24 per cento arrivi; +3,11 per cento presenze).

Per rafforzare un settore traino dell'economia è necessaria un’agenzia di coordinamento tra i tanti operatori di settori che tenga conto delle nuove tendenze di mercato, creando un punto di raccordo, informazione, dialogo e sintesi per ricercare una strategia comune che miri all’accoglienza. Ferma restando la promozione all’estero e degli Educational Tours che costituiscono una importante occasione per presentare l’offerta turistica della Regione Lazio, dal punto di vista del marketing territoriale.



Ma assolutamente necessaria è la Revisione Legge Regionale n.13/2007 (‘Organizzazione del Sistema Turismo Laziale’) oramai obsoleta e da adeguare alle nuove direttive Nazionali ed Europee. La lotta all’abusivismo e all’illegalità nel settore ricettivo, dai servizi alle figure professionali e all’organizzazione dei viaggi in tutte le sue forme. Mentre sul fronte politica dei trasporti si intende creare una carta integrata per utilizzare al meglio mezzi su gomma e rotaia sia da parte dei pendolari sia da parte di turisti individuali che potrebbero avere accesso ad aree regionali di grande interesse grazie allo sviluppo di itinerari alla scoperta del litorale laziale (Anzio, Nettuno, Terracina, Circeo ecc), verso nord , sulla rotta della FM1, della zona della Sabina romana che nasconde preziosi tesori, e della riserva Tevere Farfa. Formazione in primo piano sia per i giovani, con stage aziendali a fine corso prevedendo un bonus fiscale per le aziende, e anche per i lavoratori over 40/50 che hanno bisogno di riqualificarsi per rientrare nel mondo del lavoro.