Scienze e Tecnologie » Natura e Ambiente » Animali

Cuccioli di Stacchini: via del Sindaco di Tivoli alle catture e al trasferimento in canile

L'aggiornamento dell'Associazione ALFA sulla vergognosa situazione di degrado e abbandono in cui vivono da anni 20 cani ci dice che la ALS ha iniziato il loro recupero. Clementoni: «Grazie a tutti! Speriamo di ritrovare i 6 cuccioli mancanti all'appello»

» Animali Francesca Nanni - 07/06/2017

«Vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo intervento. Tantissimi cittadini ci hanno sostenuto tempestando di e-mail di protesta l’Assessore Ioannili ed il Sindaco Proietti, e questo ci ha aiutato a smuovere le acque»: le parole di gratitudine affidate ad un comunicato stampa ufficiale appena arrivato in redazione sono quelle di Laura Clementoni, Responsabile del Settore Randagismo dell’Associazione ALFA (Associazione Love For Animals) in merito all’intervento a procedere alle catture dei cani nell’ex Anonima Polverifici Giovanni Stacchini autorizzato oggi dal Sindaco di Tivoli, Giuseppe Proietti. 

Oggi il primo cucciolo è stato preso e portato presso il canile sanitario dove potrà ricevere tutte le cure necessarie. Un secondo cucciolo, all’arrivo degli operatori è scappato tra i rifiuti e la boscaglia e non è stato possibile prenderlo. Domani la ASL ha assicurato che tornerà sul posto per fare nuovi tentativi di cattura. Degli altri 6 cuccioli non si hanno notizie ormai da giorni. «Grazie anche a tutte le testate giornalistiche che hanno dato spazio a questa triste vicenda informando i cittadini su quello che stava accadendo a Tivoli e su come si stava comportando l’ufficio ambiente del Comune. Infine - aggiunge la volontaria - un plauso al nostro ufficio legale, in particolar modo all’Avvocato Raffaella Sili, che da anni ci affianca nelle nostre battaglie in favore dei diritti degli animali. Quanto accaduto dimostra che quando si è tutti uniti è possibile cambiare le cose.»

Un’azione attesa da tempo, arrivata dopo la diffida presentata dell’Associazione ALFA contro il Comune di Tivoli, il 25 maggio scorso, dopo la quale il Sindaco è stato costretto ad intervenire personalmente, autorizzando la catture dei cuccioli che da anni, ma soprattutto nell’ultimo mese versavano in gravi condizioni di salute nei terreni di Stacchini. «Nonostante la stessa ASL Veterinaria competente avesse accertato che i cuccioli si presentavano cachettici, coperti di rogna e di parassiti interni ed esterni - si legge nel comunicato stampa - l’Ufficio Ambiente del Comune di Tivoli, per tantissime settimane, aveva bloccato le catture sostenendo che la responsabilità degli animali ricadeva sui proprietari dei terreni. Tutte le richieste di intervento sono perciò rimaste inascoltate fino a ieri, quando il Sindaco di Tivoli, Dottor Giuseppe Proietti, ha preso in mano la situazione ed ha autorizzato la ASL a procedere.»

L’Associazione  tiene a sottolineare che continuerà a seguire la vicenda mentre il suo l’ufficio legale segue l’iter in contatto costante con il Sindaco. «Nei prossimi giorni daremo aggiornamenti sia in merito alle condizioni di salute del cucciolo finalmente ricoverato - spiegano da ALFA -, sia degli altri 7 cuccioli.» «Ci auguriamo che domani venga catturato anche l’altro cucciolo e che si capisca che fine hanno fatto i 6 mancanti all’appello ormai da diverso tempo, sperando - concludono i volontari- che nonostante i ritardi della burocrazia, non siamo arrivati troppo tardi.»

MATERIALI

- Diffida Associazione Alfa verso Comune di Tivoli

LINK
- ALFA (Associazione Love For Animals)
- ALFA (Associazione Love For Animals) Facebook