Cultura e Spettacoli » Spettacoli » Musica

Un' "Anima in giro" nella quotidianità: così va in scena il teatro-canzone di Emiliano Ottaviani

Parole, note, ironia, irriverenza e dissacrante romanità per raccontare il vissuto di un'Italia quotidiana dalle mille contraddizioni e luoghi comuni. Prossimo appuntamento il 9 Settembre al Bajocco Festival di Albano Laziale

» Musica Francesca Nanni - 23/08/2018
Titolo: Il cantattore Emiliano Ottaviani

di FRANCESCA NANNI - L’approccio sul palco è diretto ma garbato. Un “buonasera a tutti”, sorridendo su un applauso che cresce mentre si abbracciano gli strumenti musicali. Poche parole per presentarsi e via, si comincia. Il teatro-canzone di Emiliano Ottaviani apre così il suo sipario all’aperto a Roma, il 19 agosto scorso al Polo Museale Atac Arte in Viaggio che offre un ricco calendario di appuntamenti fino a fine settembre organizzati da Helikonia con la collaborazione di Caffeletterario. 

In scena, tra umorismo e leggerezza, il vissuto di un’Italia quotidiana delle contraddizioni e dei luoghi comuni: il “pranzo della domenica” in famiglia tra un “caffè al vetro”, un “doloretto” fisico quà e là, la mania del chiedere lo “sconto” nella disperata ricerca di un “wifi” a tutti i costi o la perplessità di una “recensione teatrale” incomprensibile scritta da un critico che si bea nel raggruppare parole ad effetto ma senza significato apparente.



Un’esuberante fusione di parole, canzoni, ironia, irriverenza ed un pizzico di dissacrante romanità per un concerto-spettacolo che semina spunti di riflessione sul presente, fondendo il magnetismo recitativo del teatro al ritmo coinvolgente di un arrangiamento musicale inusuale. Emiliano Ottaviani voce, chitarra e kazoo, Paolo Monaldi alle percussioni e Simone Salerni al fagotto, strumento musicale che esce così dalla formazione d’orchestra per arrivare su un palco diverso ma sicuramente indovinato. Oltre quaranta i concerti realizzati così nell'ultimo anno tra teatri, rassegne, piazze e locali.


[Da sinistra Simone Salerni al fagotto, Emiliano Ottaviani, Paolo Monaldi percussioni]

Una fortunata formula artistica cucita sul talento di un’artista a tutto tondo come Emiliano Ottaviani. Laureato in filosofia, attore di teatro e televisione, musicista, cantante e paroliere si definisce un “cantattore” che, nel teatro-canzone, trova la sua naturale libertà d’espressione. Un’Anima in Giro (come il titolo del suo nuovo brano), perennemente a spasso nella quotidianità. In attesa della presentazione del suo nuovo lavoro il 20 Ottobre al Teatro Arciliuto di Roma, chi vorrà potrà ascoltarlo nuovamente, questa volta come solista, il 9 Settembre 2018 ad Albano Laziale durante il Bajocco Festival Artisti di Strada e Arti Performative (prima esibizione ore 18, la seconda alle ore 21, Corso Giacomo Mattetotti).