Cronaca » Italia » Immigrazione

Teatro, docufilm, fotografie: con il progetto NiCeR l'inclusione dei rifugiati passa per la cultura. Ecco come...

Rifugiati e comunità ospitanti insieme in un percorso di conoscenza reciproca e di inclusione sociale e territoriale durato due anni. I risultati di questo cammino sanno presentati il 7 Novembre a Firenze insieme alla proiezione del docu 'Three of us'

» Immigrazione Francesca Nanni - 03/11/2017
Titolo: Laboratorio teatrale di Timisoara

Un cammino lungo edifficile durato due anni ma che ha avvicinato i rifugiati alle popolazioni delle comunità ospitanti attraverso una serie di laboratori teatrali (o Atelier) avviati in sette città europee, un book fotografico delle fasi salienti di back-stage, degli incontri e degli spettacoli finali, e un documentario in cui alcuni giovani protagonisti raccontano il proprio vissuto di rifugiati politici e la loro esperienza all’interno dei laboratori. Si chiama NiCeR (New approach to strengthen the Cultural Integration of young Refugees), ed è un progetto pilota per l'inclusione sociale e la cooperazione territoriale tra rifugiati e comunità locali, anche attraverso il teatro, i cui risultati saranno presentati il prossimo 7 novembre a Firenze.

Realizzato con un partenariato europeo coordinato dal Ciofs-FP (Centro Italiano Opere Femminili Salesiane-Formazione Professionale), il progetto, della durata di due anni, ha previsto laboratori teatrali in sette città europee: Roma, Molenbeek St. Jean, Liverpool, Siviglia, Berlino, Nicosia e Timisoara, in cui sono stati coinvolti circa 200 tra ragazzi e ragazze rifugiati politici e non (il Laboratorio di Roma si è svolto nella sede del Ciofs-FP).

GUARDA IL TRAILER DEL DOCUMENTARIO 'THREE OF US'



Un progetto che nasce per abbattere i principali ostacoli, identificati dall’UNHCR, che incontrano rifugiati e richiedenti asilo: incomprensioni linguistiche e culturali, mancanza di comprensione reciproca, atteggiamenti discriminatori e scarsa apertura nei confronti dei migranti, in aggiunta all’impatto psicologico e alle difficoltà per l’ottenimento dell’asilo. Spesso si tratta di difficoltà determinate anche dalle comunità ospitanti, ecco perché si è cercato di fare leva su fattori culturali per l’avvio di un processo di conoscenza reciproca e di inclusione sociale. Da qui, l’idea di puntare sul coinvolgimento di giovani rifugiati e non, in una serie di attività culturali, come appunto i Laboratori Teatrali.

Subito dopo la conferenza stampa, alle ore 18 sarà proiettato il documentario ‘Three of us’, prodotto da Alfea Cinematografica per la regia di Mauro Maugeri, in cui alcuni protagonisti dei laboratori teatrali raccontano il proprio vissuto di rifugiati politici e la loro esperienza all’interno dei laboratori teatrali a Roma, Berlino e Timisoara. Ma saranno presentati anche gli altri prodotti risultato del progetto: un Vademecum di Educazione Interculturale ed una Guida Pedagogica a sostegno degli insegnanti (nelle città partner ma principalmente a livello europeo) per affrontare i temi legati all’asilo politico, al razzismo e alla discriminazione (materiale che sarà scaricabile dal sito NiCeR nei giorni seguenti la presentazione).

PER INFORMAZIONI E ADESIONI
Ciofs-FP    
+39/06.5729911
fruggiero@ciofs-fp.org

LINK
- Sito web: Progetto NiCeR   
- Pagina Facebook: Progetto NiCeR