Carceri: allarme di Riccardi, condizioni disumane, serve amnistia

Carcere - 01/10/2012

Nelle carceri italiane si vive ormai in condizioni disumane, e' urgente intervenire a cominciare da provvedimenti di clemenza, amnistia e indulto, come sollecitato dal Capo dello Stato. Ne e' convinto il ministro della Cooperazione e della Integrazione Andrea Riccardi."Ho sempre seguito con molto interesse e con amicizia le iniziative di Marco Pannella, specialmente su temi come la pena di morte e le carceri - ha spiegato dai microfoni di Radio Radicale - Il mondo carcerario italiano e' in condizioni di disumanita'. Servono provvedimenti di clemenza, ce lo ha ricordato il Presidente della Repubblica".- "Pensiamo ai tossicodipendenti: misure alternative per loro - ha sottolineato Riccardi - sono importanti per il loro recupero, per il sovraffollamento delle carceri, per il loro profilo di detenuti.