Il piano di Monti e Merkel: i tagli dopo le tasse

Crisi economica - 26/04/2012

  Si è reso conto, forse, che per sistemare i conti non si può andare avanti a colpi di tasse e così, già lunedì prossimo Mario Monti porterà in Consiglio dei Ministri un'analisi del flusso della spesa pubblica, indispensabile per arrivare entro l'anno ai tagli. L'accelerata sulla "spending rewiew" è indispensabile sia per recuperare la fiducia dei cittadini, sia per tentare di far crescere i mercati. Il premier sa che non sarà facile far fronte alle "resistenze" che lo stesso ministro dello Sviluppo economico, Passera, aveva denunciato e che nel governo vengono ricondotte agli apparati ministeriali. Ma tant'è: i tagli vanno fatti entro l'anno, o rischia di saltare tutto.  Incontro a Bruxelles Dopo aver incardinato l'operazione-tagli con metodi e tempi, Monti passerà al capitolo riforme: al primo punto dell'agenda c'è la riduzione del 20% dei parlamentari e la revisione della legge elettorale.  E l'incontro di...