Inchiesta: Inchiesta Aiazzone

Aiazzone: Iezzi Cucine diffida NanniMagazine.it e rettifica che...

Pubblichiamo la comunicazione legale con cui l'avvocato del sig. Iezzi chiede la rettifica del contenuto che riguarda il suo assistito all'interno di un nostro articolo nei seguenti punti?

Cronaca economica Redazione — 06/04/2011
Fonte: La Stampa on-line

Oggetto: articolo del 25.3.2011 pubblicato su "Nanni Magazine"

In nome e per conto della Società lezzi Cucine Componibili S.r.L, in persona dell'Amministratore e legale rappresentante pro-tempore, SignorTVIassimiliano lezzi, con sede in Atri (Te), che rappresento nell'intestata qualità, significo quanto segue.

Nella rivista on-line "Nanni Magazine", da Voi edita, è apparso, in data 25.03.2011, un articolo dal titolo "Aiazzone: il pressing dei pm, i fallimenti e i possibili scenari", a firma di Ulisse Spinnato Vega, in cui si legge, con riferimento all'oramai noto "caso Aiazzone": "... ha lasciato parecchie vittime sul campo: piccoli produttori in debito d'ossigeno, aziende che hanno portato i libri in tribunale o nuotano in cattive acque, come la Axis e la lezzi."

Ora, è indubitabile che la questione legata alla vicenda del marchio Aiazzone abbia costituito in indubbio danno economico per molti operatori professionali del settore. Mentre, per altro verso, le inchieste svolte dalla Vostra rivista appaiono utili a far comprendere ai più lo sviluppo della stessa.

Ma ritenere che, solo per questo, la lezzi Cucine Componibili S.r.L sia stata costretta a "portare i libri in tribunale" o che, a causa di essa, "nuoti in cattive acque", significa fornire una visione della realtà assolutamente distorta e non veritiera.

Se poi si considera che i l Vostro quotidiano on-line ha diffusione anche tra molti fornitori del settore specifico di produzione dei mobili, ben si comprende quali siano i possibili rischi legati alla propagazione di una notizia non corrispondente al vero, per il panico che potrebbe ingenerare e per la conseguente chiusura commerciale che ne deriverebbe nei confronti della mia rappresentata.

In virtù di ciò, Vi invito formalmente a voler rettificare, con urgente sollecitudine, la notizia apparsa sul Vostro quotidiano on-line "Nanni Magazine" in data 25.03.2011, a firma di Ulisse Spinnato Vega, chiarendo che la lezzi Cucine Componibili S.r.L né è incorsa in procedure concorsuali, di qualsiasi genere e natura, né versa in cattive condizioni economiche, dal momento che la propria attività produttiva prosegue regolarmente, in virtù di capacità imprenditoriali che prescindono da una singola vicenda commerciale e che trova fondamento in una pluridecennale esperienza nel settore.

Certo che la mia richiesta troverà adeguato spazio e che vorreTe darmi contezza dell'avvenuta rettifica, Vi comunico che, in difetto, sarò costretto, mio malgrado, a tutelare l'immagine della società mia rappresentata innanzi la competente sede giudiziale, anche ai fini del risarcimento del danno.

Tanto dovevo in virtù dell'incarico conferitomi.
Distinti saluti.

LINK
- La comunicazione legale in originale