Inchiesta: Burlesque

Burlesque: "Curve assassine e sorrisi di fuoco"

In un libro storia e racconti di un genere ancora poco conosciuto.

Costume Vanessa Bozzi — 08/10/2008
Fonte: www.burlesque.it

Tutti ne parlano, tutti sembrano conoscerlo. Qualcuno lo ha definito intrattenimento porno-soft, per altri si tratta di una forma moderna e succinta dell’avanspettacolo di una volta.  A quanto pare, intorno al Burlesque c’è ancora oggi, molta confusione.

Ed è forse proprio per cercare di fare luce su un fenomeno esotico e di tendenza che Attilio Reinhardt - Ambasciatore del Burlesque nel nostro Paese e co-fondatore di BurlesqueItalia insieme a Roy Rotherr-Schford - ha scritto il libro "Burlesque. Curve assassine, sorrisi di fuoco e piume di struzzo", edito da Eumeswil.

Il libro, primo saggio italiano a trattare l’argomento, descrive in 160 pagine la storia del Burlesque dagli albori ai giorni nostri, attraverso epoche e continenti. Reinhardt racconta dei primi spettacoli in Gran Bretagna, alla fine del 1800, in cui i poveri si prendevano gioco, burlandosi, dei ricchi attraverso artiste poco vestite, cabaret e numeri di prestigio. Un genere di intrattenimento molto amato dal pubblico dell’epoca, ma destinato a non durare. Già negli Stati Uniti degli anni '30 gli spettacoli diventarono più piccanti, le ragazze sul palcoscenico erano più svestite  e gli incassi aumentarono vertiginosamente, il che portò a un incremento dei numeri delle stripteaser a scapito di quelli di comici o di illusionisti.

Era nato un genere, che sopravvisse fino agli anni ’70 quando l’avvento dell’hard core - che lasciava poco spazio all’ironia e alla fantasia - e che soppiantò i più morigerati burlesque show. La rinascita avvenne negli anni '90 in piena frenesia vintage, trasformandosi in pochissimo tempo in una vera ondata che sopravvive oggi più che mai con il nome di Neo-Burlesque.

Il libro non è solo una descrizione su nascita, ascesa, declino e risurrezione di questo seducente genere teatrale, ma presenta al lettore anche la cultura e i protagonisti del Burlesque, con interviste a performer internazionali, approfondimenti sui "casi italiani" e fotografie a colori. Il libro che rappresenta una tappa quasi obbligata nel percorso professionale di  Reinhardt che sembra avere questo genere nel sangue.

L’autore infatti è anche è anche presentatore di numerosi spettacoli di BurlesqueItalia Live Show durante i quali - armato della sua inseparabile pipa - intrattiene il pubblico con ironia sofisticata, racontando aneddoti piccanti sul genere ed esperimenti da fachiro.