Economia e Lavoro » Lavoro » Occupazione

Manager disoccupati over 50: il 2011 porta nuove possibilitą di lavoro

Opportunitą per circa mille dirigenti disoccupati grazie ad un contributo di 10 milioni di euro stanziato dal ministero del Lavoro per le aziende che assumeranno. L'iniziativa, partita l'11 gennaio, terminerą il prossimo novembre 2011.

» Occupazione Silvia D'Ambrosi - 13/01/2011

Dirigenti over 50 disoccupati? Per loro il 2011 inizia con una buona notizia, ovvero la possibilità di reinserimento nel mercato del lavoro. La comunicazione arriva dal ministero del lavoro,che ha realizzato un progetto in collaborazione con Federmanager e Manageritalia, che prevede un finanziamento di 10 milioni di euro per le piccole e medie imprese che decideranno di assumere i lavoratori sopra i 50 anni d'età in stato di disoccupazione. 

Gli ultimi dati Eurostat disponibili (quelli 2008) rivelano, infatti, che l'Italia, con poco più del 2 per cento, occupa la terz'ultima posizione in Europa quanto ad incidenza percentuale dei manager all'interno delle aziende, mentre la Gran Bretagna si aggiudica un 15 per cento, l'Irlanda un 10,3, la Finlandia 7,6 e Olanda un 7,4. I dirigenti italiani sono poco meno di 300mila con un'età media di 47 anni circa, per la maggior parte impiegati nella pubblica amministrazione, nel servizio sanitario nazionale e nella scuola (171mila, contro le 125 presenze nel settore privato).

È questa, allora, una buona occasione, per scalare, anche solo in parte, la classica e offrire a lavoratori qualificati maturi espulsi dal mercato del lavoro, un'occasione di reinserimento. La crisi, infatti, oltre ad aggravare il dato della disoccupazione giovanile, ha duramente colpito i lavoratori over 50, anche manager, costringendoli ai margini del mercato del lavoro. Una grave perdita per il sistema economico e produttivo del paese, oltre che un autentico dramma personale per chi, ultracinquantenne qualificato e con una famiglia da mantenere, si è visto chiudere tutte le porte.  

Questa nuova opportunità di ricollocazione nel mercato del lavoro coinvolgerà circa mille manager italiani disoccupati per ciascuno dei quali l'azienda che vorrà assumere potrà usufruire di un contributo pari a 10mila euro per ogni dirigente assunto con contratto a tempo indeterminato o a tempo determinato di almeno 24 mesi; 5mila euro per ogni dirigente assunto con contratto a tempo determinato di almeno 12 mesi; 5mila euro per ogni dirigente assunto con contratto di collaborazione a progetto di almeno 12 mesi. I vantaggi per le aziende riguardano non solo il dato economico  - la riduzione dei costi del lavoratore per l'impresa - ma anche l'acquisizione di nuovo personale qualificato che apporterà un valore aggiunto in termini di esperienza e di competenze tecniche e manageriali. 

Le imprese che potranno usufruire delle agevolazioni devono rispettare, però, alcuni requisiti: l'applicazione del Contratto nazionale di lavoro; l'adempimento degli obblighi contributivi e assicurativi; il rispetto della normativa in materia di sicurezza sul lavoro e l'applicazione delle norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili. Inoltre, non devono aver in corso o aver attivato, nei 12 mesi precedenti la data di presentazione della domanda, procedure concorsuali e devono dichiarare che non sussistono nei propri confronti cause di divieto, decadenza o sospensione dovute a misure di prevenzione antimafia.

I beneficiari degli incentivi possono essere ex dirigenti che al momento della assunzione abbiano compiuto i 50 anni di età e risultino disoccupati ai sensi della normativa vigente. La concessione dell'incentivo è legata all'assunzione con precise tipologie contrattuali: contratto a tempo indeterminato o determinato di almeno 24 mesi; contratto a tempo determinato di almeno 12 mesi; contratto di collaborazione a progetto di almeno 12 mesi. Inoltre se il lavoratore ha concluso l'ultimo rapporto di lavoro con una transazione economica a suo favore, esito di un accordo fra il lavoratore stesso e l'azienda, il requisito dello stato di disoccupazione deve essere posseduto da almeno 6 mesi.

Attenzione ai tempi. La richiesta da parte delle aziende va presentata il prima possibile unicamente tramite il sito dei Servizi al lavoro, attivo dall'11 gennaio 2011. Saranno infatti ammesse a contributo esclusivamente le richieste riferite ad assunzioni effettuate successivamente alla data di pubblicazione dell'avviso (21dicembre 2010) e non oltre il 30 novembre 2011 (farà fede l'ordine cronologico di presentazione della richiesta di contributo). I contributi saranno assegnati alle aziende che risponderanno ai requisiti richiesti fino a esaurimento della disponibilità economica.

LINK
Come fare domanda
Il comunicato di Manageritalia