Scienze e Tecnologie » Natura e Ambiente » Inquinamento e Rifiuti

Imballaggi: produzione in aumento. Costituiscono il 40 per cento dei rifiuti

Raccolta differenziata e recupero energetico non bastano. Nel Rapporto APAT 2007 pubblicati i dati relativi al riciclo

» Inquinamento e Rifiuti Tiziana Palmieri - 29/09/2008

Benché recuperati, riciclati, riutilizzati, gli imballaggi sono ancora troppi. In Italia si producono, infatti, più di 12 milioni di tonnellate di rifiuti da imballaggi all’anno, e nonostante una parte consistente di questi finisca con l'essere riciclata o avviata al recupero energetico, il fenomeno non accenna a diminuire.

Molte associazioni ambientaliste, così come svariati comuni del territorio nazionale, criticano l’uso eccessivo di confezioni, scatole, bottiglie e tutto ciò che accompagna i prodotti nella vendita al consumatore, ma che, effettivamente, non servono all’uso del prodotto stesso. Si tratta, in particolare, di rivestimenti che attirano l’attenzione dell’acquirente, ma che finiscono con l’intaccare il portafogli di quest’ultimo, oltre che finire nel mucchio della spazzatura, sempre più grande. 

Un fenomeno, questo degli imballaggi, il cui problema è a monte: ossia l'elevata produzione di rifiuti nonostante il tentavito di recuperarne quantità sempre maggiori. Si punta allora il dito contro lo stile di vita diffuso ormai nel cosiddetto "mondo occidentale", fatto di confezioni monodose – pensate per i single che riempiono via via le città – di prodotti usa e getta, di merci iperimballate per garantire freschezza e igiene anche in casi in cui non c’è il rischio di chissà quali contaminazioni; di scatole e scatoline che contengono piccoli beni di consumo e che così rivestite hanno molto più appeal sul consumatore che gira tra i banchi del supermercato.

A differenza di altri settori riguardanti i rifiuti, per quanto riguarda la produzione e il successivo recupero degli imballaggi, l’Italia non è messa altrettanto male: la Direttiva 24/12/CE, che fissa gli obiettivi da raggiungere da parte degli Stati membri, prevede l’avvio al riciclo o al recupero energetico – incenerimento con recupero di energia termica – di almeno il 55 per cento dei rifiuti da imballaggi. Una percentuale pienamente raggiunta nel nostro Paese, tanto che il Decreto Legislativo 152/06, che recepisce la Direttiva europea, fissa soglie minime più alte di quelle suggerite dall’europarlamento.

Secondo il Rapporto sui rifiuti 2007 pubblicato dall’APAT (Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici), l’avvio al riciclo interessa l’84 per cento dei rifiuti da imballaggio recuperati, il resto viene utilizzato per la produzione di energia. Analizzando i dati che si riferiscono al totale degli imballaggi immessi al consumo, sono avviati al riciclo circa il 55 per cento dei rifiuti da imballaggio, raggiungendo la soglia minima prevista dalla legge. Il recupero energetico interessa invece il 66 per cento degli imballaggi immessi sul mercato, ed anche in questo caso l’obiettivo - 60 per cento come soglia minima - è stato pienamente raggiunto. Spostandosi da Nord a Sud, si notano però delle discrepanze circa l’andamento del riciclo dei rifiuti da imballaggio: mentre al Nord si arriva al 39,9 per cento  ed al centro al 20 per cento, il Sud si attesta al 10,2 per cento , facendo registrare incrementi minimi nel corso degli anni.

Gli obiettivi fissati dalla legge, europea e italiana, sono raggiunti; resta comunque aperto il problema dei rifiuti che si sommano tra loro e di cui i rifiuti da imballaggio costituiscono il 40 per cento. Le iniziative di alcuni supermercati tentano di ridurre questa percentuale, facendo leva sia sulla coscienza ambientale dei consumatori, sia su preoccupazioni di tipo economico. Abbattere i costi dei prodotti riducendo gli imballaggi risulta ad oggi un incentivo per molti commercianti ed i loro clienti, forse sono i primi passi verso un mercato che abbandoni il sovraimballaggio per concentrarsi sul prodotto e la qualità, senza fronzoli.

DOCUMENTI
- Rapporto rifiuti APAT 2007 (integrale)
- Rapporto rifiuti Apat 2007 (capitolo imballaggi)

NORMATIVA

- Decreto Legislativo 152/06

LINK
- APAT